Week end in autunno in Toscana

Trascorrere un week end in Toscana d’autunno significa poter godere completamente delle bellezze e bontà di un territorio tanto variegato quanto unico che, in questa stagione, appare in tutta la sua suggestiva atmosfera, senza nemmeno escludere totalmente i litorali e le isole, che, senza dubbio, si esprimono al meglio nella suggestione dei mesi estivi. Da fine settembre fino alla metà di dicembre, nella campagna toscana esplodono colori e profumi, e il territorio si tinge di sfumature ambrate che rendono speciali sagre, feste, vendemmie, dove i protagonisti sono i prodotti più tipici dell’entroterra, dall’uva da vino ai funghi, dalle olive alle castagne.

E non è nemmeno da sottovalutare la piacevole calma e la quiete con le quali si può passeggiare e visitare anche le città d’arte, gli importanti musei, le bellissime chiese, sempre affascinanti e ricche di storia e cultura, con amici o con la propria famiglia. Lontani dalla folla e dalla calura estive, sono tantissime le occasioni di escursioni in Toscana con bambini in autunno e può essere davvero un’ottima occasione sfruttare questo periodo per farle tutti insieme. Così come può essere suggestivo trascorrere il sabato sera a teatro, considerando che l’autunno segna anche l’avvio delle stagioni dei grandi palcoscenici (la sola Firenze, per esempio, conta oltre venti teatri).

Durante il week end toscano, però, lo spettacolo più bello lo regala la natura: imperdibile senza dubbio, e molto suggestivo, il foliage, cioè la “danza” delle foglie che cadono, da ammirare passeggiando nei boschi e lungo le campagne che si tingono di mille colori, tipiche quelle del Casentino, dove le magiche cascate incantano in una vera e propria esperienza sensoriale, ancor più interessante se si conclude gustando un pasto a base dei prodotti del bosco, come porcini o castagne, protagonisti di tanti piatti tipici regionali di stagione, fra cui le classiche pappardelle e il castagnaccio.  

Non esiste poi, per esempio, periodo migliore dell’autunno per trascorrere un week end (e per i più fortunati anche qualche giorno di più) presso gli stabilimenti e le Spa per godere delle sorgenti termali di cui la Toscana è ricca. La scelta è davvero ampia, e comprende anche le acque libere, fra cui le più note sono sicuramente Saturnia (GR) e i Bagni di San Filippo (SI), ai piedi del Monte Amiata. Fra le strutture organizzate, invece, possiamo citare le Terme di San Giovanni a Rapolano, ancora in provincia di Siena, per farsi coccolare nelle piscina riscaldate e nei centri benessere, così come nelle Terme sensoriali di Chianciano, sempre nei pressi di Siena, le Terme Etrusche del Calidario a Venturina (LI) e, poco distante dal centro di Firenze, l’Asmana Wellness Word, un grande centro benessere che associa un calendario ricco di eventi alla vicinanza con le bellezze artistiche da visitare nei paraggi.

Come dicevamo, la magia dell’autunno in Toscana è particolarmente legata ai colori e ai profumi, caratteristiche che si esprimono al meglio nell’enogastronomia, una vera e propria arte di cui le eccellenze regionali costituiscono un vanto a livello nazionale, e non solo. Autunno in Toscana è anche sinonimo di numerose sagre, come quelle delle castagne, sulla Strada del marrone di Marradi nel Mugello o nei castagneti amiatini. Per chi ama le vacanze a contatto con la natura, infine, suggeriamo di trascorrere il fine settimana alla scoperta del Chianti, in paesaggi incantati, tanto belli da sembrare dipinti, tra dolci colline e vigneti, da percorrere a piedi o, al massimo, in bicicletta o a cavallo, scoprendo chiese, castelli, borghi e abbazie, che si alternano in un susseguirsi di panorami da cartolina.

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai