Nuovo videoclip per ‘Vivere in eterno’ di Sirio Martelli con la regia di Alessandro Paci

Un sacerdote tenta invano un esorcismo, giovani “zombi” abbandonati sulle altalene in un caldo pomeriggio estivo, mentre su una panchina un improbabile Jason Voorhees con la maschera che nasconde il volto  è oggetto di morbose attenzioni.

Sirio Martelli
Sirio Martelli

Nell’area ristretta di  in un giardino urbano si consuma il dramma del pubblico contemporaneo  ormai “zombizzato” e incapace di reagire agli stimoli dei messaggi musicali. Nato da un’idea e per la regia di Alessandro Paci è il nuovo videoclip del singolo  “Vivere in eterno”  di Sirio Martelli, scritto insieme a Giancarlo Bigazzi, contenuto all’interno dell’album “Inutilmente utile” prodotto da GB Music. Il video, girato a Firenze, prende spunto dalla cinematografia pioneristica di George A Romero, autore della “Trilogia dei morti viventi” e considerato “il padre degli zombi” al quale Alessandro Paci  si è ispirato ma in chiave ironica.

Come i mitici Blues Brothers, la band suona in una balera cercando di coinvolgere il pubblico che rimane però indifferente, con le sue maschere e i suoi travestimenti  horror, mentre lentamente si trascina indolente.

A un tratto, la quotidiana routine si interrompe, il bianco e nero della pellicola  lasciano il passo al colore brillante, i giovani zombi abbandonano le loro panchine e pian piano vengono trasportati dalla musica nel magico abbraccio di un ballo di gruppo. Si intravede un segnale di speranza, la denuncia  del cantautore fiorentino verso l’individualismo e la difficoltà di interagire delle giovani generazioni, filo conduttore dell’intero album, si conclude con un recupero delle relazioni e il desiderio di divertirsi insieme, mentre non poteva mancare una simpatica battuta del comico fiorentino al ciak finale.

Il video del singolo “Vivere in eterno” è visibile da oggi sul canale You tube di Sirio Martelli all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=h6ham2BZ93g

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai