VIAREGGIO – Betti: ‘Il futuro passerà dal turismo’

L’ho detto e lo ribadisco: il futuro di Viareggio passerà, inevitabilmente, dal turismo ed è bene chiarire fin da subito che il programma per questo settore deve essere preciso e basato su punti materialmente realizzabili. Il libro dei sogni, specialmente quelli per cui non vengono indicati i fondi con cui saranno concretizzati, preferiamo lasciarlo ad altri candidati, come quelli più attenti a cercare il pelo nell’uovo alle mie dichiarazioni che a fare proposte specifiche per la città.

Urge, innanzitutto, un cambio di mentalità: Viareggio deve apparire agli occhi dei turisti una città accogliente e sotto questo aspetto c’è moltissimo lavoro da fare. Bisognerebbe, infatti, intervenire con la massima priorità sull’arredo e sul decoro urbano, riqualificando marciapiedi, piazze e spazi verdi: i futuri assessori all’ambiente, al verde pubblico e – appunto – al turismo dovranno lavorare insieme in tale direzione. Sono convinto che migliorando la qualità della vita dei residenti ne tragga beneficio anche quella dei nostri visitatori, che saranno così incentivati a ritornare a Viareggio e a parlare bene della nostra bella ma trascuratissima città.

Il decoro urbano, tuttavia, non basta da solo ad attrarre turisti. Occorre un’adeguata promozione, affidata a chi conosce le regole del marketing territoriale. Il passo successivo è capire quale sia la tipologia di turisti che arrivano a farci visita e dotarli di servizi efficaci ed efficienti commisurati alle loro esigenze. Sappiamo, ad esempio, che buona parte dei visitatori della nostra città è costituita da famiglie: lo sapevate che in Comune c’è un albo delle babysitter, tutte regolarmente certificate? E come mai quasi nessuno parla del fatto che spazi ricreativi per bambini sono praticamente assenti a Viareggio?

La promozione e le politiche turistiche, poi, dovranno essere al passo con i tempi e mi riferisco alle nuove tecnologie dell’informazione: tramite un bando della Regione Toscana la nostra città dovrebbe, finalmente, dotarsi del wi-fi gratuito in Passeggiata, sulla Marina di Levante e su quella di Torre del Lago. Tutto questo sarà possibile solo se l’assessorato al turismo sarà affidato ad una figura professionale e altamente competente in materia: stiamo parlando di un settore nevralgico per l’economia viareggina e non possiamo più permetterci che finisca nelle mani di dilettanti improvvisati solamente per una questione di equilibri politici. Ecco perchè, se il futuro sindaco di Viareggio sarò io, sceglierò quel componente della Giunta con una cura maniacale.

fonte: Leonardo Betti – Candidato sindaco Centro Sinistra

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai