Terra tremuit, due concerti tra suggestioni e silenzi del gregoriano

I cori Vocinsieme e Cantantibus Organis canteranno insieme tra riflessioni, letture, poesie e preghiere. I concerti sono sabato 1 dicembre a San Filippo di Cortona e il giorno dopo a Sant’Agostino ad Arezzo

Tra canti liturgici, riflessioni e poesie, un doppio concerto di gregoriano per portare alla scoperta della “musica del silenzio”. Il coro femminile Vocinsieme e il coro maschile Cantantibus Organis uniranno le rispettive voci in due serate dal titolo “Terra tremuit” che si svilupperanno tra gli otto modi di questo suggestivo genere musicale sviluppatosi agli albori del cristianesimo e poi durante il Medioevo. Il primo appuntamento sarà alle 18.00 di sabato 1 dicembre alla chiesa di San Filippo di Cortona e il secondo sarà alle 19.00 di domenica 2 dicembre alla chiesa di Sant’Agostino di Arezzo.

Il perno dei due concerti sarà la valorizzazione della cosiddetta “musica del silenzio” tipica del gregoriano che, senza alcun accompagnamento strumentale e senza polifonia, fa leva esclusivamente sulle parole e sui silenzi. La voce diventa lo strumento per elevare una preghiera eseguita all’unisono e con essenzialità, in un clima di meditazione e di reale ascolto: il semplice canto è inteso come un’occasione per creare una forte intimità con sé stessi, con gli altri e con la propria fede.

Il doppio evento dà seguito alla collaborazione avviato da Vocinsieme e Cantantibus Organis che, nel dicembre del 2017, tennero un primo concerto insieme in cui proposero quattro degli otto schemi modali del gregoriano, ognuno dei quali collegato a sentimenti e stati d’animo diversificati. Le prossime due serate di San Filippo e di Sant’Agostino, dunque, termineranno questo percorso facendo conoscere e ascoltare i quattro modi mancanti. Nei due concerti di “Terra tremuit” la spiritualità del canto sarà rinforzata e accompagnata anche da momenti di riflessione attraverso le letture e i pensieri del biblista don Dino Liberatori, e da momenti poetici tenuti da Eleonora Angioletti.

«Con questo doppio appuntamento in programma a Cortona e ad Arezzo – spiega la maestra Anna Seggi, direttrice e fondatrice nel 2013 del coro Vocinsieme, – chiudiamo il nostro percorso per valorizzare e per far scoprire la bellezza degli otto modi gregoriani, in un intimo rapporto tra pensieri, poesie e melodie. Il gregoriano è il “canto dell’anima e del silenzio” perché, spogliato di ogni ornamento musicale, costruito tutto sulla voce umana e sul valore delle singole parole, accompagna l’uomo di ieri e di oggi in un simbolico cammino volto a far riemergere il rapporto vivo e forte con la propria fede».

Tag
Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai