Sequestata discoteca fuori norma all’Osmannoro (FI)

Il Procuratore Aggiunto Dr. Pappalardo ha disposto l’esecuzione del Decreto sequestro preventivo di un locale ubicato in via di Vittorio, località Osmannoro, emesso dal G.I.P. Dr.ssa Anna Liguori.

Il sequestro, eseguito nella giornata di ieri, è stato disposto poiché nel locale si svolgeva attività di discoteca in ambienti che non sono idonei, con cavi elettrici non protetti, uscite non illuminate, servizi non agibili, e pertanto con evidenti rischi oggettivi per l’incolumità delle persone, senza il rispetto delle più elementari norme in materia di sicurezza.

I recenti controlli (all’inizio di maggio) della Sezione Investigativa – Informativa diretta dal Dr. Vinci hanno invece rivelato una discoteca in piena attività, con avventori intenti ad ascoltare musica ad altissimo volume, bere alcolici e ballare.

Nonostante abbia mutato gestione nel corso degli anni, la discoteca ha mantenuto il nome “storico”, ora organizzava feste soprattutto il sabato con musica latino americana ed il venerdì con musica tecno e house. Il locale era già stato sequestrato nel luglio del 2013 con provvedimento del Giudice David Monti ed era stato dissequestrato a condizione che non venisse più esercitata l’attività di discoteca.

Ma nel settembre del 2013, poco tempo dopo il dissequestro, il Questore di Firenze era costretto ad intervenire sospendendo per 30 giorni la somministrazione di alcolici, in quanto si era verificata un’aggressione tra persone ubriache armate di coltello, che avevano finito per ferire una giovane estranea alla lite. Il provvedimento rientra nell’attività di contrasto disposta dal Questore Micillo nei confronti dei locali che, svolgendo attività di trattenimenti danzanti abusivamente, mettono a repentaglio l’incolumità degli avventori, in quanto utilizzano ambienti insicuri che non sono stati esaminati dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sui locali di Pubblico Spettacolo.

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai