Da San Gimignano a Poggibonsi andata e ritorno per gli ultimi appuntamenti di Visionaria International Film Festival

Visionaria International Film Festival entra nel vivo. I film da non perdere della 23esima edizione: “Logbook_Serbistan” il bellissimo documentario di Želimir Žilnik e Redemption Song” di Cristina Mantis. Prosegue la Competizione internazionale e grande attesa per il concerto De’ Soda Sisters e l’anteprima di Food & Water

Dopo il debutto a San Gimignano di Visionaria International Film Festival, il festival del cortometraggio diretto da Giuseppe Gori Savellini si sposta a Poggibonsi al Teatro Politeama per tre appuntamenti da non perdere. Mercoledì 16 novembre alle 21.30 il Concorso Internazionale dei corti entra nel vivo con la proiezione di una selezione di  corti in gara, che saranno votati non solo dalla giuria di esperti composta da Cristina Mantis, Giulio Kirchmayr, Maria Cristina Addis, Mario Lorini e Giovanna Maria Rossi, ma anche dal pubblico che proseguirà anche giovedì 17 allo stesso orario.

groznySempre giovedì ma alle 18.00 ci sarà la replica del film del “Grozny Blues” del regista aretino Nicola Bellucci una produzione svizzera girata in Cecenia, paese europeo troppo spesso dimenticato, di cui sono protagoniste un gruppo di donne che sfidano l’attuale governo filo-russo, mettendo in luce le contraddizioni e soprattutto la mancanza di democrazia e di parola nel loro paese. Un altro grande film ci aspetta venerdì 18 novembre alle 18.00. E’ “Logbook_Serbistan” il bellissimo documentario di Želimir Žilnik, storico regista dell’ex Jugoslavia, da giovane tra i fondatori dell’Onda Nera, la nouvelle vague jugoslava, che nel film fa luce sulla “rotta balcanica”, la via di fuga dei profughi che dal Medio Oriente e dall’Africa arrivano in Europa.

Se tutti infatti conosciamo gli esodi via mare per le tragedie di Lampedusa spesso dimentichiamo del fatto che in alcune stagioni (in inverno soprattutto) i profughi raggiungono l’Europa via terra, muovendosi dalla Grecia alla Serbia. Dalle 21.00 in poi è prevista la conclusione della Competizione Internazionale con la premiazione dei vincitori. Un grande finale arricchito anche dalla musica dal vivo delle De’ Soda Sisters con il loro concerto speciale “I canti di migrazione e d’esilio”.

logbookLoro sono un gruppo di musica popolare che in pochi anni si è imposto per originalità, ricerca, sconfinamenti musicali, capacità canora e naturalmente simpatia. Durante le finali i De’ Soda Sisters proporranno “Italia bella mostrati gentile” un canto toscano degli emigranti che andavano in Brasile e il Canto dei coscritti “Maremma amara” un collage di 2 brani toscani che parlano del “partire per forza” per la guerra ed del partire per cercare lavoro. La serata poi proseguirà con un loro concerto. La 23esima edizione di Visionaria chiude i battenti sabato 19 novembre a San Gimignano dove la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea R. De Grada di ospiterà alle 18.00 la proiezione di “Redemption Song” di Cristina Mantis e alle 21,30 l’attesissima serata speciale Food & Water con la proiezione dei cortometraggi ammessi in gara. Una vera propria anteprima di questa sezione speciale del Concorso Internazionale che si chiuderà nel 2017 in collaborazione con l’Università di Siena.

Visionaria International Film Festival è una produzione dell’Associazione Culturale Visionaria realizzata con il contributo di Comune di San Gimignano, Comune di Poggibonsi, Fondazione Elsa, Università di Siena, Prima, Sienambiente, Alcide Albergo e Ristorante e in collaborazione con Balkan Florence Express, Kiné, Campo e Controcampo, Musei Civici di San Gimignano e Opera Laboratori Fiorentini.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito.

 

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai