Sabato 23 giugno parte il Baciami Festival a Livorno, questa settimana con l’indecifrabile trash visionario dei POP X

Nella “città Etrusca” di Calafuria, un’edizione dedicata alla cultura pop ed ai nuovi talenti della scena indie, con gli omaggi ai cantautori storici RCA e Ricordi degli anni 60, 70 ed 80.

Baciami Festival è la rassegna estiva di musica italiana, che si terrà sulla terrazza del locale “Precisamente Calafuria”, la Città Etrusca di Calafuria è un mito indimostrabile, di certo Romani e prima piccole comunità etrusche estraevano da quelle parti l’arenaria per le costruzioni, ma gli organizzatori ci raccontano convintamente che questo luogo fosse già teatro di musica antica e concerti in acustico già da allora.

Da questa leggenda duemila anni dopo, nasce il Baciami Festival Vol. II che prenderà avvio sabato prossimo il 23 giugno col concerto dei POP X e dei Van Houtens. Edizione all’interno della quale sarà espressa volontà degli organizzatori per ogni episodio, ricordare i grandi dalla canzone italiana, per ciascun evento infatti sarà presentata un’esclusiva selezione dei migliori brani dei cantautori che colmino di una bellezza evocativa la meravigliosa terrazza, teatro del festival, coi brani dei big selezionati in sottofondo nel corso delle serate e durante i cambi palco dei relativi concerti, principale attrazione dell’evento, con l’invito degli organizzatori esteso agli artisti, che si esibiranno nel corso delle serata a proporre qualche brano rivisitato dei big.

Un operazione finalizzata alla riscoperta della musica dei grandi della canzone, al fine di elaborare una riflessione su passato e presente, dagli storici album che hanno fatto la storia, a quelli degli attuali giovani cantautori. Si esibirà alternandosi nel corso dell’estate il meglio dell’indie pop nostrano in circolazione quest’estate.

La struttura metterà a disposizione pacchetti promozionali che insieme all’aspetto culturale che contraddistingue il festival, offrirà bellezza e comodità in primis attraverso la possibilità di accedere di pomeriggio alla beach club ed ai suoi comodi lettoni mare, dai quali sarà possibile assistere agli allestimenti, ai soundcheck e talvolta potendo interagire con gli artisti.

Il progetto grafico è stato curato da Marco Brancato uno dei maggiori illustratori italiani ben noto nel settore dei fumetti, il progetto grafico rievoca una donna raffigurante la “città etrusca di Calafuria”, luogo antico di fatiche per l’escavazione dei materiale da costruzione, una Gulliver al femminile che bacia un giovane posto sulla torre medicea, sullo sfondo la distesa blu del mare, ed un auto che rievoca la scena finale del film capolavoro di Dino Risi “Il Sorpasso”, girato proprio su quegli scogli.

Nella programmazione del Festival sono stati scelti principalmente artisti molto giovani, con molte cose da dire, ma non ancora delle star, è volontà degli organizzatori di anticipare, come è stato lo scorso anno per i Canova e Gazzelle, che si sono esibiti in città per la prima volta nel corso della prima edizione del festival, i nomi degli artisti che potranno diventare dei big in futuro.

Il 23 giugno data di inaugurazione del festival si esibiranno i trentini Pop X, il progetto di Davide Panizza che definisce“un vortice di azioni in continua rivoluzione il cui punto cardine è continuare a distruggere per creare” i suoi Pop X, in apertura IThe Van Houtens, il progetto brit-trash dei fratelli Alan e Karen Rossi.

Il 30 di giugno si esibirà The Andrè, Un misterioso ragazzo con la stessa incredibile voce di De André, ma che, invece di cantare degli ultimi, sceglie un repertorio moderno: da Ghali alla Dark Polo Gang fino a Liberato. Così è diventato uno dei più curiosi, lisergici fenomeni di YouTube: “Sono un grande fan di Fabrizio, fino alla venerazione, forse al feticismo”, a seguire sarà la volta di Lorenzo Krugerche interpreterà nella versione minimale voce e piano acustico il meglio del repertorio dei suoi Nobraino, poi la rassegna proseguirà con le musiche di Rino Gaetano il 14 luglio con sul palco Cecco e Cipo(unico concerto estivo) ed Eugenio in via di Gioia; 21 luglio con Coma CoseKaufmanche omaggeranno Giorgio Moroder; il 28 luglio avremo Novi, Postino e Viitoper l’omaggio al grande Lucio Dalla; l’11 agosto conPaolo Ruffini, Pinguini Tattici NucleariLa Notteper una serata dedicata alle musiche della commedia italiana; 18 agostoSiberia e Francesco De Leoper il tributo a Luigi Tenco, il 25 agosto Galeffi e Sara loreniper un Omaggio a Ciampi. Questi al momento gli appuntamenti annunciati.

I cantautori italiani del passato con la loro musica hanno ispirato e donato ascolti importanti a chi fa musica oggi, ci dice Luca Zannotti il direttore artistio del festival:“La scena indipendente sta diventando un fenomeno di massa anche per questa adesione ed approccio alla melodia dei nuovi autori, che attraverso l’uso dell’italiano ed ad un suono più morbido, si sono avvicinati a delle forme melodiche, vicine a quel contesto culturale, guadagnando il cuore del grande pubblico”.

L’edizione 2018 del Baciami, dedicata ai mostri sacri della Canzone italiana, in un momento storico come questo in cui mai come prima questa tradizione sia divenuta importante per gli ascolti dei nuovi cantautori e più in generale delle nuove generazioni, che guardano alle grandi produzioni RCA e Ricordi di un tempo, trovandovi oggi spunti melodici e scelte di suono. Un’inclinazione culturale che ha incuriosito gli organizzatori, che vogliono in questo modo restituire la musica dei maestri della canzone nella meravigliosa terrazza d’estate della “città etrusca” di Calafuria.

Fra le partnership del Festival abbiamo il Premio Ciampi, evento dedicato alle musiche del nostro maggior cantautore Piero Ciampi, Premio capofila in città per aver da sempre sostenuto la musica italiana anche emergente. Nasce a tal proposito un sodalizio con Premio Ciampi, realtà molto stimata e supportata dagli organizzatori.

L’evento stringe da quest’anno un sodalizio con Surfer Joe realtà che programma musica da tutto il mondo e per tutto l’anno.

Il festival è interamente prodotto dall’imprenditore illuminato Simone Gonnelli già titolare oltre che di “Precisamente Calafuria” locale di riferimento del litorale tirrenico e sede del festival, anche di “Corner Bistro” e del nuovo “Scomposto”, la direzione artistica del festival è curata da Luca Zannotti manager ed operatore culturale, che insieme a Matteo Delfino e Dario Toncelli fa parte di Musiche Metropolitane, ente gestore del Festival ed agenzia di booking di punta del panorama indie nazionale (che rappresenta tra gli altri Tricarico, Cecco e Cipo, Gatti Mézzi etc etc).

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai