PRATO – Cinese armato minaccia donna incinta: arrestato

PRATO – Ieri pomeriggio, alle ore 16.00 circa, una delle Volanti è stata inviata in via Respighi, per segnalazione di un orientale che, a dorso nudo e in evidente stato confusionale, era entrato urlando frasi senza senso in un’agenzia viaggi gestita da cittadini cinesi dove, armatosi anche di un coltello da cucina trovato su un tavolino dell’agenzia e destinato a tagliare la frutta abitualmente offerta su un vassoio ai clienti, determinava la fuga nel retro del negozio della titolare, peraltro in avanzato stato di gravidanza, e di una commessa italiana, le quali da lì chiamavano il 113.

Rapidamente sul posto gli Operatori della Polizia di Stato hanno appreso che il pericoloso individuo si era nel frattempo allontanato dall’esercizio commerciale, venendo pertanto effettuata una immediata sua ricerca in zona, che aveva successo poco dopo quando gli Agenti lo avvistavano nei non lontani giardini pubblici di via Colombo, seduto su una panchina, sempre a dorso nudo, in palese stato confusionale e ancora impugnando il coltello da cucina. Disarmato con prudenza e attenzione, è stato precauzionalmente messo in sicurezza nell’auto di servizio, per poi essere successivamente riconosciuto dalla titolare dell’agenzia viaggi proprio come il protagonista della vicenda.

Nelle fasi del suo trasporto in Questura, tuttavia, il cinese è andato nuovamente in immotivata escandescenza, sferrando violenti calci all’auto di servizio, danneggiandone uno dei finestrini posteriori, richiedendosi pertanto l’invio di personale sanitario del 118 che ha provveduto a sedare l’orientale il quale, definitivamente generalizzato per un trentunenne cinese in Italia irregolare, senza fissa dimora e con svariati precedenti di polizia, è stato quindi denunciato in stato di libertà per i reati di furto di coltello, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale nonché danneggiamento aggravato di beni dello Stato.

fonte: Questura di Prato

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai