Nightlife: sabato 24 novembre al Tenax arriva Seth Troxler

Producer iconico, curatore, collezionista e figura di spicco nel panorama culturale. Al Tenax arriva Seth Troxler, figura chiave della nuova scena elettronica. In apertura i resident Philipp & Cole.

Firenze, 21 novembre 2018 –  È un musicista, ma lavora anche per le gallerie d’arte contemporanea, è un commentatore culturale ma è anche un esperto di cucina. La sua poliedricità lo rende quasi un “uomo rinascimentale”. Sabato 24 novembre il Tenax spalanca le porte a uno degli artisti più iconici e trasversali della scena elettronica, ovvero Seth Troxler (apertura porte ore 22:30 – ingresso 15/20/22 € – vietato ai minori di 18 anni).  A fare gli onori di casa i resident Philipp & Cole per una serata che si preannuncia ricca di grandi sorprese.
Ammirato per la sua conoscenza enciclopedica della prima house di Chicago nonché della techno minimal, dell’indierock più oscuro e della psichedelia ambient Seth Troxler è commentatore culturale, curatore artistico, ristoratore e imprenditore.
3 anni fa ha acquisito una collezione di 4500 vinili appartenente a Dave Haslam, il leggendario dj dell’Hacienda di Manchester e i rumors lo danno vicino anche all’acquisto della collezione di di Danny Tenaglia, pioniere della scena house statunitense.
Discendente di una famiglia di cowboy e predicatori battisti, nelle sue vene scorre sangue africano-americano, egiziano e indiano Cherokee; ma se il suo background è tutto americano il suo modo di vedere il mondo attraverso il prisma della cultura musicale contemporanea trascende le sue origini di ragazzo del MidWest.
Nato a Kalamazoo nel Michigan e cresciuto nella periferia di Detroit, Seth ha inizialmente imparato l’arte del DJ dal suo patrigno e più tardi, lavorando come commesso nel leggendario negozio di dischi di Detroit “Melodies & Memories”. Ma è stato solo quando ha preso la coraggiosa decisione di cercare nuove strade nella Berlino che la sua carriera di DJ ha spiccato veramente il volo.
Da quando ha iniziato ad abitare nella capitale tedesca Seth si è affermato come una delle figure più iconiche della musica elettronica underground, che si sente a casa tanto nei club fumosi più in vista del mondo, come Fabric, Nortsern, DE School o Output, quanto come artista di punta nei festival più importanti del mondo come Glastonbury, Lowlands, Roskilde o Tomorrowlands.
Fin dall’inizio Seth si è appassionato tanto al food e all’arte contemporanea quanto alla musica, e questi due interessi hanno continuato a risuonare parallelamente lungo tutta a sua carriera. È stato resident in alcuni templi della musica come DC10 (Ibiza), Fabric (Londra), Trouw (Amsterdam) e OUtput (NYC), dirige tre etichette discografiche, è proprietario di un ristorante di successo, “Smokey Tails” e ha rivelato da poco un nuovo progetto dal titolo Lost Souls of Saturn che si trova all’intersezione fra l’elettronica futuristica, l’arte contemporanea e la tecnologia.
Nel 2013 è stato votato DJ numero uno al mondo dal sondaggio “Top 100 DJs” di Resident Advisor mentre nel 2016 ha fatto parte di una spedizione in cima al Kilimangiaro guidata dal famoso neurochirurgo australiano Charlie Teo che ha raccolto oltre un milione di dollari in beneficenza per la ricerca sul tumore al cervello.
Che si tratti di collaborare alla Howard Griffin Gallery di Londra con l’artista parigino Thierry Noir, il primo artista ad aver dipinto sul muro di Berlino, o di sviluppare paesaggi sonori per gli allestimenti dell’artista surrealista iraniano Medhi Ghadlanyoo, Seth mette costantemente alla prova i confini fra arte contemporanea e cultura musicale underground.
Nel 2016 ha promosso un “Art Bar” con Absolut a Ibiza in cui insieme allo street artist italiano RUN ha creato su misura un parco giochi artistico futuristico chiamato Tomorrow Today, allestito sull’isola per tre giorni.
Nel 2017 è stato invitato dall’artista tedesco Wolfgang Tillmans – fotografo, artista e musicista – per una performance all’interno del suo show alla Tate 26 Modern. Nel marzo 2018 Seth porta il pittore gay underground Scooter Laforge a Londra per la prima volta, per una mostra alla Jealous Gallery. Per il suo progetto Lost Souls of Saturn Seth sta collaborando con il rinomato Studio di design Hingston, creando un unico linguaggio per gli aspetti visivi del progetto.
La passione di Seth per il cibo e la cucina è un’eredità dei suoi nonni, amanti di ciò che Seth definisce “Midwestern modern”: comfort food sano ma elaborato, che si basa su carne affumicata da barbecue e verdure dell’orto.
Ingrediente fondamentale della carne affumicata di Seth è la ricetta di una salsa BBQ segreta che gli è stata passata da suo nonno Charlie, attualmente in studio per la commercializzazione. Nel 2015 Seth ha aperto il suo primo ristorante a Londra chiamato “Smokey tails” per presentare al pubblico il suo stile culinario. Inizialmente si trattava di un pop-up a Londra Est, che dopo essere stato nominato per un premio “Love London” di “Time” si è spostato in una location permanente su Hoxton Square, oltre alla versione chiosco ambulante, must assoluto nei festival britannici di musica come Glastonbury e Wilderness.
Il 2018 segna un nuovo capitolo nella vita di Seth. L’uscita del suo LP This is Then ad aprile 2018 è da intendersi come una coda musicale dei suoi primi dieci anni passati in Europa, prima di pensare al futuro con il suo progetto Lost Souls of Saturn.
In compagnia del producer americano  Phillip & Cole, resident del Tenax e punti di riferimento indispensabili per la nightlife di Firenze. Dj di esperienza nei club e nei festival internazionali, dal Goa Festival di Madrid alla Winter Music Conference di Miami, dall’Acquarius sull’Isola di Pag al Cielo di New York, entrambi sono i creatori del progetto Fragola, appuntamento imperdibile per i clubber di tutta Italia, che in quattordici anni di attività ha organizzato eventi con Laurent Garnier, Sven Väth, Tiësto, Fatboy Slim, Carl Cox e James Holden, per citarne solo alcuni.

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai