Navi di Maggio, al via l’ottava edizione l’8 maggio a Livorno

CE_Toscana

Domani, martedì 8, e mercoledì 9 maggio “Navi di maggio” VIII edizione. Al Molo Capitaneria imbarcazioni con le più moderne strumentazioni per la tutela dell’ambiente marino.

Laboratori didattici e mostre scientifiche alla Fondazione LEM

Anche quest’anno la Fondazione Livorno Euro Mediterranea, in collaborazione con il Comune di Livorno, ripropone “Navi di Maggio”, una iniziativa per le scuole organizzata in sinergia con la Capitaneria di Porto di Livorno, con la Direzione Promozione e Comunicazione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale e con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Livorno.

Siamo all’VIII edizione di questo evento finalizzato alla tutela del mare e delle coste, che come di consueto si articolerà in due giornate didattico/formative, martedì 8 e mercoledì 9 maggio (dalle ore 8.30 alle ore 13.30) rivolte agli studenti delle scuole medie e degli istituti superiori di Livorno e provincia.

Le navi

L’appuntamento più suggestivo di “Navi di Maggio 2018”, come per le passate edizioni, è rappresentato dalle visite guidate ad alcune imbarcazioni dotate delle più moderne strumentazioni tecnologiche ed utilizzate per la salvaguardia dell’ambiente marino.

Quest’anno saranno ben dieci i mezzi navali che potranno essere visitati dagli studenti:

  • la nave Nos Taurus, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, movimentata dal Consorzio Stabile Castalia – ditta Neri, che assicura i servizi antinquinamento delle coste e dei mari italiani;
  • la Motovedetta CP 286  della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Livorno;
  • la motonave “Poseidon”, battello oceanografico di ARPAT;
  • l’imbarcazione “Alfredo Cappellini” dell’Istituto Nautico Cappellini;
  • il Marea, mezzo antinquinamento (recupero olii) della Società Labromare;
  • l’unità navale “1174” dei Vigili del Fuoco di Livorno;
  • il “Polito”, del Corpo dei Piloti del Porto di Livorno;
  • il “catamarano” del Gruppo Ormeggiatori di Livorno;
  • il guardacoste G. 214 “Finanziere Rocca” della Guardia di Finanza;
  • la storica nave “Gregoretti” della Guardia Costiera.

Tutte le navi saranno ormeggiate al Molo Capitaneria 64 (lato sud) e Radice molo 65, ad eccezione della Gregoretti che sarà ormeggiata in Darsena Vecchia.

Conferenze, laboratori e visite

Nei locali della Fondazione LEM, in piazza del Pamiglione, sono previste queste iniziative:

  • Presentazione, da parte dell’Ente Gestore, delle caratteristiche dell’Area marina protetta Secche della Meloria”: quali sono i suoi ambienti peculiari, quali siano gli habitat bisognosi di protezione e quali le misure di conservazione da adattare;
  • Ben tre laboratori, proposti da ARPAT, per avvicinare gli studenti alla biologia marina:
  • laboratorio di biologia della pesca, per osservare e conoscere le diverse specie ittiche presenti nei fondali toscani;
  • laboratorio sul benthos marino, ovvero quella moltitudine di piccoli organismi che abitano i fondali mobili (sabbie e fanghi) delle acque marine costiere;
  • laboratorio sul fitoplancton, alghe unicellulari che appartengono al plancton e vivono sospese nella colonna d’acqua, microscopiche ed invisibili ad occhio nudo.
  • Presentazione, dal parte del CNR–IBIMET di Firenze e Sassari, di una breve storia (con proiezioni di diapositive) della strumentazione meteorologica nella cultura occidentale: viene descritto il percorso che, da Galileo Galilei ai giorni nostri, ci ha portato agli attuali complessi strumenti che consentono una meteorologia su più scale, anche da piattaforme satellitari.

“Navi di Maggio” quest’anno viene ripresentato come evento centrale della “Festa dell’Europa” e della “Giornata Europea del Mare”, nel programma di attività della Fondazione LEM, e si inserisce all’interno della XI edizione di “Porto Aperto”, il progetto dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale per far conoscere il porto agli studenti.

In questo ambito, nel pomeriggio di mercoledì 9 maggio, per gli studenti è prevista la visita del porto con un pullman messo a disposizione dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale.

Un’ulteriore opportunità rivolta al mondo della scuola è la visita alla sala del “PORT CENTER”, con il suo suggestivo apparato espositivo multimediale di ultima generazione, che l’Autorità di Sistema Portuale mette a disposizione delle scuole che vorranno visitarlo.

L’inaugurazione

L’inaugurazione è prevista per le ore 8.30 di martedì 8 maggio al Molo 64 Capitaneria, con i 130 studenti coinvolti nella prima delle due giornate.

Saranno presenti la vicesindaco Stella Sorgente, la dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Anna Pezzati, nonché i rappresentanti della Capitaneria di Porto di Livorno, dell’Autorità di Sistema Portuale del Mediterraneo Settentrionale e degli altri enti e soggetti che hanno collaborato alla realizzazione del progetto (Corpo dei Piloti, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Istituto “Cappellini”, LAMMA, ARPAT, Area Marina Protetta Secche della Meloria, CNR IBIMET di Firenze e Sassari, Gruppo Ormeggiatori e Barcaioli, Ditta F.lli Neri, Porto Livorno 2000, Società Labromare).

Le scuole coinvolte

Numerose le scuole che hanno aderito, in particolare l’Istituto Buontalenti Cappellini Orlando, l’Istituto Colombo, l’Istituto Vespucci, l’Istituto Mattei di Rosignano, le scuole Medie Pazzini-Borsi di Livorno.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai