Messa in sicurezza SR 69: terminati i lavori sul tratto incisano

Nuovi attraversamenti pedonali iluminati, segnaletica e asfaltature all’altezza di via Puccini e via Olimpia

Sono terminati nei giorni scorsi i lavori di messa in sicurezza stradale sul tratto incisano della Strada Regionale 69, partiti tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio.

Due le finalità degli interventi: agevolare il traffico veicolare e garantire maggior sicurezza a pedoni e ciclisti, in un tratto di strada considerato particolarmente pericoloso anche dalla Regione Toscana, che ha premiato il progetto del Comune con un finanziamento da 80mila euro su una spesa totale di 100mila (Figline e Incisa è risultato primo nella graduatoria regionale).

Nel dettaglio, le operazioni hanno riguardato il tratto all’altezza tra via Puccini e via Olimpia, dove sono stati installati nuovi semafori e nuovi attraversamenti pedonali illuminati, insieme alla predisposizione della nuova segnaletica, alla nuova delimitazione delle corsie stradali e alle asfaltature, effettuate in notturna a metà aprile per evitare disagi alla circolazione.

A Incisa l’intervento sugli attraversamenti pedonali però non è ancora concluso, perché ci sono altre zone critiche su cui intervenire, ad esempio dal Burchio scendendo a La Fonte fino alla SR 69 all’altezza di via XX Settembre, dove sarà realizzato anche un nuovo marciapiede con l’obiettivo di rendere più sicuro l’ingresso e l’uscita degli alunni dalle scuole.

Si ricorda che anche il tratto figlinese della SR 69, nell’estate 2016, è stato interessato da 300mila euro di lavori di messa in sicurezza, che hanno portato all’installazione di 28 attraversamenti pedonali illuminati. A questi si sommano i 270mila euro di lavori di costruzione della ciclopista Ponterosso-Stazione FS, eseguiti nello stesso anno e funzionali a rendere più sicura la circolazione dei ciclisti su strada.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai