Mappatura delle barriere architettoniche il prossimo sabato 9 giugno al Parco dell’Anconella di Firenze

Un altro tassello importante per riportare il parco alla normalità e renderlo accessibile a tutti

Fa tappa a Firenze il percorso partecipativo “Crowmapping” con i cittadini che segnaleranno le barriere architettoniche della città

Il progetto di Crowmapping – Mappatura collettiva dell’accessibilità, è un progetto promosso dal comune di Porcari, dal Quartiere 3 del Comune di Firenze assieme Startup Kinoa s.r.l e finanziato dall’Autorità regionale per la garanzia e la promozione della partecipazione del Consiglio Regionale della Toscana.

L’obbiettivo dell’iniziativa è di coinvolgere i cittadini nella rilevazione delle barriere architettoniche del Parco dell’Anconella tramite delle sessioni di crowdmapping cioè di mappatura collettiva.

Grazie all’utilizzo dell’applicazione Kimap Pro, strumento di mappatura sviluppato da Kinoa, i cittadini, disabili e non, con il loro smartphone potranno rilevare in automatico lo stato dei percorsi interni al parco e segnalare la presenza di ostacoli fisici lungo gli itinerari che andranno a percorre durante la sessione.

L’obbiettivo di questo progetto non è solo quello di raccogliere ed elaborare dati per produrre mappe affidabili e facilmente aggiornabili, che possono essere utilizzate dall’Amministrazione Comunale per l’esecuzione di azioni di abbattimento di barriere architettoniche, ma è anche quello di accrescere la consapevolezza dei cittadini sul complesso degli aspetti e sui problemi di accessibilità urbana per le persone con disabilità motoria.

Alfredo Esposito, Il Presidente del Quartiere 3, commenta così:

“Il tema dell’accessibilità globale e dell’abbattimento delle barriere architettoniche è un tema cardine dell’attività di mandato dell’amministrazione comunale ed anche del nostro Quartiere. Sono felice che il progetto di Crowmapping delle barriere architettoniche abbia scelto il Parco dell’Anconella come area di intervento all’interno del Comune di Firenze. Tali attività di sperimentazione tecnologica, impegnate alla risoluzione dei problemi di accessibilità dell’area verde più grande del Quartiere vanno di pari passo con progetti già realizzati ed in corso di realizzazione per rendere l’Anconella accessibile a tutti. Da ricordare anche i vari progetti di sensibilizzazione e informazione sulla tematica dell’accessibilità che abbiamo portato avanti con le associazioni del territorio e con attività didattiche all’interno delle scuole.”

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai