L’albero che unisce Pistoia e Casal Monferrato per ricordare le vittime dell’amianto

"L'albero dei fazzoletti" come simbolo di memoria

Nel pomeriggio del 5 giugno presso la Biblioteca San Giorgio è stato messo a dimora un esemplare di “Davidia Involucrata”, piccolo albero conosciuto anche come “Albero dei fazzoletti” per i suoi fiori bianchi.

L’albero è il premio che la Biblioteca ha ricevuto in occasione della seconda edizione del Premio Vivaio Eternot organizzato dal Comune di Casal Monferrato e dall AFeVA (Associazione Familiari e Vittime dell’Amianto).
Il premio è stato conferito per l’impegno nella lotta contro l’amianto che il Comune conduce da cinque anni.

La pianta proviene dal vivaio collocato nel Parco Eternot di Casale Monferrato, sorto da due anni dove prima era ubicata la sede della fabbrica Eternit (che tutt’oggi continua a provocare danni ad ex operai e cittadini a causa dell’amianto). La pianta simboleggia, grazie ai suoi fiori, i fazzoletti che hanno raccolto le lacrime delle vittime e dei familiari. Donandola come premio si evidenzia la volontà di realizzare un “giardino diffuso” che perpetui la memoria di questa tragedia tutt’oggi non ancora conclusa.

È stato deciso di donare il premio alla città di Pistoia e di collocare questo esemplare presso Biblioteca San Giorgio, poiché la struttura sorge dove, fino al 1972, si trovava l’omonima fabbrica di materiale ferroviario in cui l’amianto era usato, per accentuare ancora di più il ricordo la tragedia delle vittime e dei loro familiari.

È in tale situazione che non può non venire in mente il film d’animazione che è diventato culto, “L’uomo che piantava alberi”, così anche questa vicenda ha una parabola con gli occhi rivolti verso il passato per continuare a ricordare e con il cuore verso il futuro perché ci si dedichi con attenzione alla salute altrui, alla costruzione di un ambiente sano, di un mondo in cui vivere non significhi necessariamente sopravvivere, ma vivere bene.

servizio fotografico a cura di Sandro Nerucci

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai