FIRENZE – Rumeno ruba 200 kg di rame all’Isolotto

FIRENZE – La notte scorsa la polizia ha arrestato un cittadino rumeno di 23 anni accusato di aver rubato – insieme ad un’altra persona rimasta ignota – oltre 200 chili di rame dai cavi dell’illuminazione pubblica. L’episodio è accaduto all’Isolotto dopo le 2.30 quando i residenti, svegliati nel cuore della notte dai forti rumori provenienti dalla strada, hanno dato immediatamente l’allarme al 113.

Gli agenti delle volanti, sospettando che si stesse trattando di un furto in atto, hanno lasciato le autovetture a qualche centinaia di metri da via delle Isole, il luogo indicato nelle segnalazioni. Poi, sfruttando il riparo naturale dei cespugli, hanno proseguito a piedi piombando in un attimo sui ladri in fuga. Uno è stato bloccato, mentre il complice è riuscito a scappare facendo perdere le proprie tracce per via dell’Argingrosso. I successivi controlli delle forze dell’ordine hanno permesso di constatare che i malviventi avevano smurato i tombini sotto i lampioni della via, rubando oltre 200 chili di “oro rosso” dai cavi elettrici.

La refurtiva, già avvolta in una grossa matassa, è stata interamente recuperata e riconsegnata al Comune. La Polizia ha infine scoperto che l’arrestato aveva raggiunto il luogo del furto a bordo di un ciclomotore rubato un paio di mesi fa. Lo straniero, che aveva in tasca le chiavi del mezzo recuperato poco lontano dal luogo del delitto, dovrà rispondere anche del reato di ricettazione.

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai