FIRENZE – Pitti Taste dal 9 all’11 marzo alla Stazione Leopolda

Torna la kermesse dedicata al gusto e alle tendenze food

Pitti Taste la manifestazione targata Pitti Immagine torna dal 9 all’11 marzo a Firenze con una nuova edizione dedicata al food. Circa 400 aziende con prodotti di altissima qualità in degustazione alla Stazione Leopolda, un focus particolare sul pane e il fuori salone FuoriDiTaste alla conquista di Firenze con eventi ad alto tasso di gusto.

Food culture non è solo cibo, ricette e prodotti enogastronomici, ma è un concetto sempre più legato al design, alla cultura e al lifestyle. Il salone Pitti Taste è la sintesi di successo di questo diffuso interesse contemporaneo: la kermesse accresce ogni anno il favore di visitatori e buyers grazie ad eventi coinvolgenti e in linea con le ultimissime tendenze, come dimostrano i numeri dell’edizione 2018.

La quattordicesima edizione presenta le novità di quasi 400 aziende, tra le più qualificate realtà italiane dell’enogastronomia, accanto a seminari, laboratori e ai Ring curati da Davide Paolini, in un allestimento d’atmosfera curato da Alessandro Moradei.

“Atterraggio lunare o déjeuner sur l’herbe? L’immagine simbolo di Taste 2019 mette insieme il fascino di pianeti lontani con la scoperta di nuovi scenari gourmet – dice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine. L’invito è proprio quello a varcare i confini conosciuti, seguendo l’impulso a esplorare le nuove dimensioni del gusto offerte dai produttori al salone”.

Focus quindi sul “pianeta pane”, al centro degli eventi dell’edizione 2019. Il Teatro dell’Opera, allestito con il Panificio Taste, per tre giorni sarà sede dei laboratori tematici A scuola di pane con i migliori maestri panificatori che lavoreranno in diretta il Pane di Taste. La scrittrice Laura Lazzaroni condurrà l’incontro “Nuove bakery. Evoluzione e rivoluzione” e il Gastronauta Davide Paolini modererà il dibattito “Geografia e lessico del Pane”, mentre è dedicato ai bambini il laboratorio “Mani in pasta” in collaborazione con Style Piccoli.

Ospiti d’eccellenza, Alajmo e Bottura protagonisti sul ring di Paolini domenica 10 marzo alle 16.30. L’anima solidale di due chef stellati svelata dal Gastronauta nel Ring “Il sociale nel piatto degli chef”. Massimo Bottura dell’Osteria Francescana di Modena racconterà l’esperienza del Refettorio Ambrosiano, un progetto di recupero alimentare nato con EXPO Milano 2015 ed esportato a Londra, Parigi, Rio de Janeiro. Massimiliano Alajmo del ristorante Le Calandre a Rubano (Pd), illustrerà i risultati conquistati con Gusto per la Ricerca, evento ideato per raccogliere fondi per il supporto e la ricerca sulle neoplasie infantili.

E ancora FuoridiTaste, calendario off del salone, con un ricco programma che coinvolge Firenze e i suoi luoghi del gusto con degustazioni a tema, cene, performance culinarie. Giovedì 7 marzo, si inizia con “Zorzettig: il vino secondo Annalisa spiegato da Leonardo Romanelli”: degustazione dei vini friulani Zorzettig e cena con quattro portate in abbinamento presso il ristorante L’Ortone. Venerdì 8, “Fish Tapas & Forte beer” all’Hotel Savoy: una selezione di deliziosi assaggi di pesce e chips accompagnati dai prodotti del Birrificio del Forte di Pietrasanta. Sabato 9 è il turno di “La merenda ai giorni nostri” al Grand Hotel Minerva con alta pasticceria accompagnata dagli infusi de La Via del Tè. Domenica 10 Vito Mollica, chef stellato del Four Seasons Hotel propone un risotto alle cime di rapa con mosaico di crostacei durante “Al brunch con Acquerello”.

Scopri il programma completo di tutti gli eventi alla Stazione Leopolda – Teatro dell’Opera e le location di FuoridiTaste: http://www.pittimmagine.com/corporate/fairs/taste/calendario.html?showall=true

Tag
Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai