FIRENZE – Cocaina nel lucchetto della bici

Denunciati per spaccio e detenzione due fratelli marocchini

La Polizia di Stato la scorsa notte, durante un controllo finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, è intervenuta nei pressi della stazione di Firenze Santa Maria Novella. I fermati si erano astutamente ingegnati nascondendo la droga in un posto inaspettato: il lucchetto della bicicletta.

I“Falchi” della Squadra Mobile di pattuglia durante la sera di ieri nei pressi della stazione Santa Maria Novella si sono insospettiti osservando due cittadini marocchini che venivano avvicinati da un’autovettura con a bordo una coppia di giovani.

A quel punto uno dei due stranieri è salito a bordo della vettura che è poi ripartita in direzione di Borgo Ognissanti, quindi seguita in moto da poliziotti in borghese. Quando l’auto si è fermata gli agenti si sono avvicinati per effettuare il controllo e hanno colto in flagrante la donna pronta a sniffare una striscia di cocaina dallo smartphone.

La polizia è prontamente intervenuta compiendo un controllo presso il domicilio del cittadino magrebino, che gli inquirenti hanno ritenuto essere lo spacciatore dello stupefacente. All’interno della sua abitazione gli agenti hanno rinvenuto un tablet e due cellulari risultati rubati e che in parte sono stati già restituiti ai legittimi proprietari.

Ma è proprio durante l’operazione che uno degli agenti rimasto appostato in strada ha visto arrivare in sella ad una bicicletta il fratello del pusher. L’uomo ha tentato di sviare il controllo ma è stato immediatamente bloccato dalla polizia che ha scoperto altra cocaina nascosta nel lucchetto della bicicletta.

Al momento i due fratelli marocchini di 38 e 30 anni sono stati rispettivamente denunciati per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Inoltre entrambi dovranno rispondere della ricettazione dei dispositivi rubati e rinvenuti nella loro abitazione.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai