FIRENZE – Arrestato pusher in Santo Spirito

FIRENZE – Ieri pomeriggio le volanti e le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Toscana hanno effettuato una serie di controlli coordinati dal Dr. Luca Benedetti. Durante l’attività sono state identificate oltre 70 persone tra le quali 6 cittadini stranieri sottoposti a fermo per identificazione e denunciati per la violazione degli obblighi sul soggiorno, una per aver violato la misura di sicurezza del divieto di ritorno nel capoluogo toscano.

Intorno alle 18.00 una 19enne albanese è stata denunciata per aver commesso il furto di alcuni oggetti – del valore di 27 euro – all’interno di un negozio del centro commerciale di Novoli. La giovane è stata sorpresa dagli addetti alla sicurezza dell’esercizio mentre stava uscendo con la merce rubata nascosta nella borsa: un braccialetto, un cappellino, una crema per le mani e alcuni anelli. I commercianti hanno chiamato subito il 113.

In serata gli uomini del Commissariato Oltrarno, diretti dal Dr. Massimo Buggea, hanno arrestato uno spacciatore in Santo Spirito. Si tratta di un pregiudicato libanese di 29 anni, con specifici precedenti. Lo straniero è stato sorpreso a vendere hashish sulle scalinate della chiesa. Poco dopo, gli agenti delle volanti hanno invece denunciato, questa volta per il reato di detenzione ai fini di spaccio, un cittadino senegalese di 38 anni trovato in possesso di 7 grammi e mezzo di marijuana divisa in 4 parti. L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia, era stato fermato per un controllo a bordo di una bicicletta in Borgo Pinti.

La scorsa notte, infine, la polizia ha denunciato per guida in stato di ebbrezza una 30enne italiana. La donna è stata fermata a bordo di un’autovettura mentre stava percorrendo viale Guidoni con un’andatura tanto anomala da insospettire subito gli operatori. Dagli accertamenti è emerso infatti che aveva un tasso alcolemico oltre 4 volte superiore al limite consentito dalla legge.

fonte: Questura di Firenze

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai