Elezioni 2018 – Gli andamenti dei 5 maggiori partiti nelle ultime elezioni

Facciamo un’analisi dei risultati delle ultime elezioni di carattere regionale o più ampio avvenute in Toscana: dalle Politiche 2013 alle Regionali 2015 passando per il Referendum Costituzionale del 2016

Nelle ultime tre tornate elettorali, come possiamo vedere dal grafico, abbiamo andamenti molto diversi tra i 5 maggiori partiti esistenti nel 2013 ed ancora presenti nel panorama politico nazionale. Considerata una notevole variazione negli uomini e donne di spicco dei vari schieramenti, un cambiamento importante nelle figure dei segretari di Partito o dirigenti locali, vediamo che l’unica compagine politica in crescita è la Lega di Matteo Salvini, con Giorgia Meloni ed il suo Fratelli d’Italia che si mantiene pressoché stabile.

Il PD evidenza il suo massimo nelle elezioni europee del 2014 con l’ascesa di Matteo Renzi come segretario del Partito ma evidenzia altre sì un notevole decremento nelle elezioni regionali 2015 che comunque sia hanno visto la coalizione di centro sinistra eleggere come presidente Enrico Rossi, ora passato dal PD a Liberi e Uguali di Pietro Grasso.

Il Movimento 5 Stelle, che ha visto Luigi di Maio prendere il posto di Beppe Grillo come capo carismatico e leader del Movimento ha visto una flessione nel tempo con il massimo storico alle Politiche 2013, momento della ribalta sulla scena nazionale con l’exploit che ha portato il M5S ad essere un vero interlocutore politico nazionale.

Forza Italia, così come il M5S ha visto il risultato regionale toscano decrescere di elezione in elezione, vedendo addirittura due candidati separati nelle elezioni regionali 2015 con Borghi e Mugnani opposti a Rossi del Centro sinistra.

Se vogliamo aggiungere alle ultime tre tornate elettorali anche il referendum costituzionale abbiamo una fotografia che al 4 dicembre 2016 vedere il 52,5 % a favore del Sì e un 47,5% per il NO.

 

E le elezioni politiche 2018?

Facendo una media degli ultimi sondaggi disponibili per la Toscana il quadro che abbiamo sarebbe un risultato storico in quanto vedrebbe il Centro Destra ed il Centro Sinistra testa a testa con la Lega Nord ed il Movimento 5 Stelle attorno al 20% mentre il PD a guida renziana di poco oltre al 30%.

Queste percentuali quasi sicuramente non rifletteranno direttamente gli eletti in quanto il Centro Sinistra ha alcuni collegi di Camera e Senato decisamente forti e sicuri nell’entroterra; alcune sorprese potrebbero arrivare dai collegi della costa.

Staremo a vedere ma a -6 giorni dal voto non è così scontato che il Centro sinistra abbia tutti i collegi uninominali al sicuro anche in terra di Toscana

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai