Detentori di armi: le novità del nuovo decreto legislativo

Il decreto armi da fuoco è in vigore già da oggi

L’Italia è la prima nazione a recepire la direttiva europea 853/2017 attraverso il nuovo decreto sulle armi da fuoco. Svariate e importanti le novità in vigore dal 14 settembre 2018 per i detentori di armi.

Entra oggi in vigore il Decreto Legislativo 10.08.2018, n. 104 che introduce nuovi provvedimenti d’interesse per tutti coloro che posseggono un’arma da fuoco. Tutti i detentori, ad esclusione dei titolari di licenza di porto di armi in corso di validità, devono attestare entro il 13 settembre 2019 la propria idoneità psicofisica alla detenzione di armi attraverso un’appropriata certificazione.

Per ottenerla è necessario recarsi in primo luogo dal proprio medico di base che accerta le condizioni d’idoneità della persona e redige un certificato anamnestico. Sulla base di questo documento viene successivamente rilasciata la certificazione medica da produrre all’ufficio di Polizia o dei Carabinieri presso cui sono state denunciate le armi in possesso. La certificazione ha una validità di 5 anni trascorsi i quali deve essere ripresentata.

Diversa la procedura per il detentore di armi e titolare di licenza, per cui l’obbligo della presentazione della certificazione medica decorre dalla scadenza della stessa in caso di mancato rinnovo. Inoltre dall’entrata in vigore del Decreto Legislativo sopraindicato la licenza di porto di fucile avrà una validità di 5 anni.

In caso di mancata presentazione del certificato medico è disposto il ritiro delle armi da parte delle autorità competenti.

 

Tag
Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai