Comune Figline Incisa Valdarno e Prefettura insieme per controlli su centri accoglienza migranti

Firmato ieri un Protocollo d’Intesa che consente verifiche (anche congiunte) su strutture territoriali e promuove integrazione sociale

È stato firmato ieri pomeriggio, dalla sindaca Giulia Mugnai e dal Vice Prefetto Vicario di Firenze, Tiziana Tombesi, il Protocollo d’intesa tra il Comune e la Prefettura, finalizzato alla verifica della qualità dei servizi erogati nei centri di accoglienza straordinari per richiedenti asilo e alla definizione di efficaci iniziative di integrazione sociale.

Si tratta di una vera e propria alleanza istituzionale, che punta a rinsaldare il rapporto di reciproca cooperazione per la gestione dell’accoglienza dei migranti ospitati sul territorio, attraverso la definizione di due impegni operativi condivisi.

Il primo impegno prevede la possibilità di effettuare controlli, sia attraverso sopralluoghi autonomi da parte del Comune sia congiunti con la Prefettura, sulla qualità dei servizi erogati dagli enti gestori dei centri di accoglienza territoriali. Questi controlli, in particolare, saranno mirati a verificare sia l’aspetto strutturale sia il rispetto delle convenzioni tra gli enti gestori e la Prefettura, inerenti l’erogazione dei seguenti servizi: mediazione culturale, insegnamento della lingua italiana, alimentazione e vestiario, orientamento ai servizi sul territorio, assistenza legale. L’esito dei sopralluoghi sarà sempre comunicato alla Prefettura.

Il secondo impegno riguarda invece l’attivazione di un tavolo di coordinamento, composto da rappresentanti del Comune e della Prefettura, per verificare periodicamente lo stato di attuazione dell’accordo e per attivare ulteriori iniziative di integrazione dei migranti sul territorio. L’accordo firmato ieri vale dodici mesi, ha natura sperimentale e potrà essere rinnovato d’intesa tra le parti.

“La firma di questo protocollo è il frutto di un dialogo tra le parti, oltre che un punto di partenza per testare un metodo nuovo anche sul nostro territorio e per aiutarci a migliorare l’accoglienza dei richiedenti asilo in città – hanno commentato la sindaca Giulia Mugnai e l’assessore alle Politiche sociali, Ottavia Meazzini -. L’integrazione dei migranti nella comunità è un aspetto che ci sta molto a cuore: già dal 2015, infatti, li abbiamo inseriti in percorsi di volontariato e in piccole manutenzioni, grazie al supporto dell’associazione Il Giardino e al Cenacolo, e di formazione scolastica, grazie alla collaborazione con l’Istituto Vasari. A breve, inoltre, partiremo con un nuovo progetto di volontariato, in collaborazione con Anteas, Ausl e cooperativa Cristoforo, finalizzato alla pulizia del resede ospedaliero del Serristori di Figline”.

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai