Campari brinda ai 100 anni del Negroni a Firenze città natale dell’iconico cocktail

Campari brinda ai 100 anni del Negroni insieme alla città natale dell’iconico cocktail simbolo dell’aperitivo nel mondo: Firenze 

Il 2019 sarà un anno di festeggiamenti dedicati all’aperitivo a base di Campari, gin e vermouth rosso ideato nel 1919 dal Conte Camillo Negroni nel capoluogo toscano

Campari, l’aperitivo italiano per eccellenza, festeggia insieme a Firenze il 100° anniversario del Negroni, l’iconico cocktail che ha come ingrediente chiave Campari insieme a gin e vermouth rosso, ideato nel 1919 dal Conte Camillo Negroni nel capoluogo toscano.

Un cocktail che, a cento anni dalla sua nascita, sembra non invecchiare mai. E’ uno degli aperitivi classici contemporanei più famosi a livello internazionale tanto che, in ogni parte del mondo, è impossibile non trovare un locale dove gustare un perfetto Negroni preparato a regola d’arte.

“A contribuire all’inarrestabile crescita del Negroni, sempre più consolidata a livello internazionale, è sicuramente Campari, aperitivo che, grazie al suo carattere unico, inconfondibile e versatile, è una vera icona di stile e musa ispiratrice per il mondo della mixology – commenta Lorenzo Sironi, Senior Marketing Director Campari Group – Campari, infatti, continua a svolgere un ruolo fondamentale nella ricetta originale del Negroni, i cui ingredienti rimangono tuttora invariati e che è ancora oggi amatissima non solo dai bartender ma da tutti gli appassionati del bere miscelato di qualità”.

Come dimostra infatti la International Bartenders Association (IBA), che ha inserito il Campari tra gli ingredienti ufficiali del Negroni classico, Campari è il cuore “rosso” di ogni Negroni. Inoltre, per 5 anni di fila, la ricetta originale del Negroni a base di Campari, gin e vermouth rosso, è sul podio della “The World’s Best Selling Classic cocktails” ovvero la classifica dei cocktail più ordinati nel mondo, compilata con il contributo di più di cento bartender e stilata dalla rivista di settore internazionale “Drinks International”.

Ma come nacque il mito del Negroni nel mondo? Nobile fiorentino di nascita, il Conte Camillo Negroni era solito frequentare nei primi decenni del Novecento l’aristocratico Caffè Casoni in Via de’ Tornabuoni nella Firenze medioevale, dove poteva incontrare gli amici di sempre. Un giorno, mentre stava per ordinare il suo solito aperitivo, un Americano, ebbe l’idea di chiedere al barman Fosco Scarselli di sostituire il seltz con l’allora più trendy gin, in onore dei suoi ultimi viaggi londinesi.  Da quel giorno il Conte, entrando al Caffè Casoni, ordinava il suo nuovo «solito» suscitando la curiosità dei presenti che, spesso, cedevano alla tentazione di imitarlo. Da questo a chiamarlo semplicemente «Negroni» il passo fu breve e lunghissimo fu il successo del cocktail.

Il 2019 sarà quindi un importante anno di festeggiamenti che, avendo come protagonisti il Negroni, Campari e la città di Firenze, prenderà il via con la finale della sesta edizione della Campari Barman Competition che, tenendosi per la prima volta nel capoluogo fiorentino, incoronerà il 15 gennaio presso il Cinema Odeon, il miglior bartender dell’anno dopo un’emozionante sfida a colpi di shaker incentrata sulle più creative variazioni e twist del Negroni.

Organizzata da Campari Academy, la scuola di formazione d’eccellenza nata nel 2012 attraverso la quale Campari Group si pone come punto di riferimento internazionale per la formazione e la divulgazione della cultura del bere di qualità e responsabile, la Campari Barman Competition registra ogni anno numeri altissimi contando circa 1500 iscritti tra bartender e barlady e 420 ricette di cocktail selezionate.

Il 5 febbraio 2019, inoltre, avverrà il lancio internazionale di Entering Red, il cortometraggio enigmatico diretto da Matteo Garrone e interpretato dall’attrice di fama internazionale Ana de Armas (Blade Runner 2049) che rappresenta la terza edizione della campagna di comunicazione globale Campari Red Diaries. Seguendo la filosofia di Campari per cui “ogni cocktail racconta una storia”, Entering Red non solo narra una vicenda intrigante, ma è anche un’ode al celebre Negroni e al suo centenario.

Ma non finisce qui. Campari si affiancherà a Luca Picchi, autore del libro “Negroni Cocktail: una leggenda Italiana” e capobarman al celebre caffè Rivoire di Firenze, dove è una istituzione dal 1997, per apporre il prossimo mese di giugno una targa celebrativa a Firenze in Via de’ Tornabuoni, dove il Negroni fu per la prima volta servito a un bancone al Conte da cui prese il nome.

Nel giugno 2019 tornerà, per il settimo anno consecutivo, la Negroni Week: un’iniziativa internazionale di beneficenza che coinvolgerà bar, ristoranti e rivenditori di tutto il mondo per raccogliere fondi a sostegno di cause benefiche importanti. In questi sette giorni, migliaia di locali celebreranno il Negroni con un obiettivo di beneficenza condiviso. Partendo dai 100 bar che aderirono nel 2013, la Negroni Week ha visto il coinvolgimento di 7.770 locali in 60 paesi nel 2018, per un totale di ben $1,5 milioni raccolti a scopo benefico.

Firenze, città simbolo di questo cocktail, sarà infine centrale anche per il Campari Academy Truck che farà tappa nel capoluogo toscano con il suo tour volto a diffondere in tutta Italia la cultura del bartending con tante iniziative per professionisti del settore e appassionati.

Tag
Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai