AREZZO – Scannagallo, un 2019 di eventi per rievocare la storia della Toscana

Mostre, rievocazioni e convegni: l’associazione culturale sarà impegnata tra Arezzo, Siena e Firenze. 

Il tema saranno i 500 anni dalla nascita di Cosimo I dei Medici e i 460 dalla pace di Cateau Cambrésis

Il glorioso passato della Toscana rivivrà nei prossimi mesi in un ricco calendario di eventi storici promossi da Scannagallo. L’associazione culturale sarà impegnata nell’organizzazione di una serie di mostre e rievocazioni tra le provincie di Arezzo, Siena e Firenze che proporranno un viaggio indietro nel tempo per celebrare una doppia importante ricorrenza.

Nel 2019, infatti, ricadono i 500 anni dalla nascita di Cosimo I dei Medici, protagonista della storia della Toscana e primo Granduca, e i 460 anni dalla pace di Cateau Cambrésis che sancì anche l’affermazione di Firenze nella guerra contro Siena e gettò le basi per la costruzione dello stesso Granducato. In questa fase giocò un ruolo cruciale la Valdichiana, con la vittoria dell’esercito mediceo-imperiale sui franco-senesi nella battaglia del 1554 al fosso di Scannagallo presso Pozzo della Chiana.

Per ricordare questi anniversari sarà allestita un’inedita mostra itinerante con abiti e armi d’epoca, documenti storici originali e, soprattutto, tre biccherne provenienti dall’Archivio di Stato di Siena che illustrano l’ingresso di Cosimo I a Siena, la sua investitura a primo Gran Maestro dell’ordine di Santo Stefano e la pace di Cateau Cambrésis. L’esposizione, arricchita anche da giornate di studio, sarà inaugurata domenica 14 aprile in doppia sede tra Marciano della Chiana e Foiano della Chiana, e farà poi tappa venerdì 2 agosto a palazzo Bastogi di Firenze nella sede del Consiglio Regionale con una conferenza sulla battaglia di Scannagallo e le scelte politico-militari di Cosimo. Questo percorso verrà raccontato in un libro che sarà poi pubblicato e presentato a novembre allo stesso Archivio di Stato senese in palazzo Piccolomini. Nel frattempo, sabato 6 e domenica 7 luglio tornerà la diciassettesima edizione della rievocazione della battaglia di Scannagallo che, tra Foiano e Marciano, proporrà cortei e rappresentazioni con compagnie storiche da tutta Italia.

Il 2019 si aprirà però sabato 16 febbraio a Siena con un evento inserito tra le iniziative della Festa della Toscana. L’Archivio di Stato ospiterà la mostra “Il Granducato a palazzo: un viaggio dai Medici ai Lorena tra documenti e abiti storici”, con un percorso tra abiti di diversi periodi, documenti e biccherne in cui sarà possibile anche interagire con i rievocatori per conoscere gli usi e i costumi della Toscana del passato e per ammirare i balli di corte cinquecenteschi e ottocenteschi messi in scena dal corpo di danze dell’associazione Scannagallo con la collaborazione di Semillita Atelier e dalla compagnia Bizzarria d’Amore.

«I vari eventi sono organizzati in sinergia con la Regione Toscana, con le varie istituzioni comunali e con l’Archivio di Stato di Siena a cui va il nostro ringraziamento – spiega Alessio Bandini, coordinatore degli eventi di Scannagallo. – Nel 2019 ricadono due anniversari importanti per la storia della nostra regione: ci sembrava doveroso far conoscere questi fatti e proporre un viaggio alle radici della Toscana che è riconosciuta da secoli come un faro di civiltà».

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai