AREZZO – Intervento di Confesercenti su ATO

Checcaglini: “Serve un segnale di riduzione delle tariffe per dare fiducia agli utenti e per restituire credibilità all’Ato”

Le notizie che apprendiamo dalla stampa impongono a Confesercenti di intervenire sulla delicata questione relativa all’Ato Rifiuti per rappresentare le esigenze degli utenti e degli imprenditori in particolare,che in questi anni si sono visti aumentare il costo del servizio

“L’indagine – spiega il direttore Mario Checcaglini – sulle presunte irregolarità relative all’assegnazione del servizio dei rifiuti ha messo in evidenza alcune distorsioni del sistema dei rifiuti.  Adesso, in attesa dell’accertamento delle responsabilità, come associazione di categoria ci preme la questione delle tariffe che gravano sulle aziende e sugli utenti. Confesercenti – aggiunge il direttore Checcaglini – ha il timore che costi impropri del sistema siano finiti nelle tariffe. E non accusiamo certamente l’assemblea dei sindaci, anch’essi vittima del sistema creato. Però a questo punto ai sindaci spetta il dovere di vigilare e verificare se le delibere che hanno previsto incrementi tariffari non siano state viziate. Al primo cittadino Alessandro Ghinelli, oggi presidente di Ato, e agli altri sindaci chiediamo l’impegno a far sì che il meccanismo nato per garantire una maggior efficienza del servizio e renderlo meno costoso, non prosegua sulla strada di aumento delle tariffe tracciata fino ad oggi”.

“Come associazione di categoria – dice Checcaglini – più volte abbiamo portato avanti la voce degli associati che si interrogavano del caro bolletta. Adesso Confesercenti ritiene che si debba dare una svolta partendo dalle tariffe. C’è bisogno di ridurle. Crediamo che una politica di risparmio debba essere l’unica e decisiva risposta ad una vicenda che non avremo mai voluto commentare”.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai