AREZZO – Doppio appuntamento con i due assoli dei performer Annamaria Ajmone e Marco D’Agostin al Teatro Mecenate

Appuntamenti con la danza contemporanea d’autore per domenica 4 dicembre ore 18.15 – Teatro Mecenate di Arezzo con “TINY” e “EVERYTHING IS OK”

 

annamaria-ajmone-tiny-photo-paolo-portoContinua la IX edizione della rassegna INVITO DI SOSTA Appuntamenti con la danza contemporanea d’autore ideata e organizzata dall’Associazione Sosta Palmizi, in collaborazione con il Comune di Arezzo. Domenica 4 dicembre, alle ore 18.15 al Teatro Mecenate di Arezzo, in scena un doppio appuntamento che vede gli assoli dei due giovani performer Annamaria Ajmone e Marco D’Agostin. La prima artista, prodotta da CAB 008, presenta il suo Tiny -spettacolo Vincitore DNAppuntiCoreografici 2014-, una ricerca sulle zone-limite dove non esiste una separazione tra universo esterno e contenuti interiori; seguirà D’Agostin, con Everything is ok, un esperimento sulla stanchezza del guardare, che indaga il rapporto danzatore-pubblico e il fragile terreno su cui si basa questa relazione invisibile.

everything-is-ok-pic-by-alice-brazzit-1In Tiny, l’autrice e danzatrice Annamaria Ajmone esplora il suo corpo come un archivio popolato da memorie personali e culturali, fantasie, forze invisibili, echi lontani, suoni, odori, immagini. Lo spettacolo è una ricerca sulle zone limite, dove non esiste una vera separazione tra universo esterno e contenuti interiori, poiché l’Io non è mai isolato da ciò che lo circonda, ma si definisce a partire dalle sue relazioni e grazie a esse impara a conoscere. Tiny riflette su come l’essere umano esista nel mondo abitando lo spazio. Dove abitare assume il significato di abbracciare, percorrere, stare, soggiornare presso le cose. Lo spazio non sta di fronte a noi, non è altro dall’uomo.

Everything is ok analizza l’aspetto del guardare. Da una parte il performer, che incarna una catena ininterrotta di movimenti, depositando segni, posture e dinamiche che richiamano a sé il vasto territorio dell’intrattenimento. Dall’altra parte il pubblico, sottoposto a un bombardamento d’immagini che ne vuole testare il limite di sazietà, il personale ma inevitabile tracollo, il momento in cui si rende necessaria la resa, in cui lo sguardo, appunto, si stancherà di guardare.

È su questo fragile terreno di abbandono che si innesta la possibilità di un’apertura del paesaggio, di una lenta espansione dello sguardo, pronto forse ad accogliere quello che finora è stato invisibile.

Al termine degli spettacoli il pubblico potrà confrontarsi con gli artisti, partecipando ad un prezioso momento di conoscenza e approfondimento, importante sia per gli spettatori che per gli stessi artisti.

Info – Ingresso spettacoli: abbonamento a sei serate € 35 / Intero € 10 – ridotto € 8 (anziani, studenti, disabili) / Altre riduzioni € 6. Associazione Sosta Palmizi Tel: 0575 630678 / cell. 393 9913550

Email: press@sostapalmizi.it – info@sostapalmizi.it | www.sostapalmizi.it

 

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai