AREZZO – Acli: Olive e Pensioni, un’opportunità per tanti pensionati aretini

Il Patronato Acli di Arezzo rende nota un’occasione per tanti pensionati impegnati in lavori agricoli. Potranno fare domanda gratuita coloro che sono stati impiegati nella raccolta dell’uva e delle olive.

La raccolta delle olive e dell’uva può rappresentare una preziosa occasione per numerosi pensionati che potrebbero ottenere un aumento dell’importo della loro pensione. A renderlo noto è il Patronato Acli di Arezzo che, con la campagna Olive e Pensioni, comunica la possibilità di ottenere un supplemento per chi, dopo il pensionamento, ha continuato a svolgere attività lavorativa versando regolarmente la contribuzione Inps.

Negli ultimi anni sono sempre più i pensionati che, anche nella provincia di Arezzo, hanno ripreso a lavorare anche saltuariamente unendo il reddito da lavoro a quello da pensione: questi possono ora presentare domanda per l’aumento della pensione in relazione alla durata del lavoro svolto e all’ammontare dei contributi versati. La grande maggioranza dei pensionati, complice anche la crisi economica, ha infatti trovato nuova occupazione in agricoltura soprattutto al momento della raccolta dell’uva o delle olive, magari per aiutare amici o parenti, e ignora la possibilità di ricevere il supplemento, dunque l’impegno del Patronato è quello di rendere nota questa importante opportunità.

«Al contrario di quanto si possa pensare – spiegano del Patronato Acli di Arezzo, – sono tantissimi i pensionati che hanno ripreso il lavoro per effetto delle difficoltà economiche: una norma del 2009 ha reso cumulabile il reddito da lavoro con quello di pensione, dunque questa amplia platea di persone potrà ora beneficiare di un aumento della stessa pensione. La nostra esperienza quotidiana di verifica degli importi delle pensioni ci ha fatto capire come tanti possibili beneficiari non siano a conoscenza di questa possibilità, dunque la campagna Olive e Pensioni nasce per informare tutti coloro che, pur avendone diritto, non sanno che possono ottenere il supplemento inoltrando un’apposita domanda gratuita».

Per una veloce verifica del diritto al supplemento di pensione, il Patronato Acli invita tutti i pensionati che abbiano svolto una qualche attività lavorativa a prendere contatto con i propri sportelli chiamando il numero 0575/21.700.

Fonte: Acli di Arezzo

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai