AREZZO – 14 persone denunciate da parte dei Carabinieri del Valdarno aretino

San Giovanni Valdarno: 14 persone denunciate negli ultimi giorni da parte dei Carabinieri

I Carabinieri hanno denunciato per violenza privata ed appropriazione indebita in concorso una donna ed un uomo, italiani, entrambi di origine campana, residenti nel modenese. La coppia, rispettivamente sorella e cognato di un’altra italiana, attualmente ricoverata presso una struttura sanitaria e affetta da grave deficit mentale, riceveva reiterati inviti dalla sorella di quest’ultima, residente nel valdarno aretino, nominata amministratrice di sostegno, alla quale veniva omesso di riconsegnare i documenti di identità e altra documentazione riconducibile all’inferma ed attinente a rapporti contratti con enti ed uffici pubblici vari.

Sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza  due uomini, entrambi italiani a seguito del sinistro stradale tra le loro due autovetture. In seguito all’urto, entrambi venivano trasportati al pronto soccorso di Montevarchi con lesioni personali; sottoposti dai sanitari ad accertamenti urgenti sulla persona, venivano trovati positivi al test alcolemici con valori rilevati di 1,25 g/l e 0,91 g/l.

Ad entrambi è stata ritirata la patente di guida mentre alla persona con il tasso alcolemico più alto è stato posto sotto sequestro il veicolo per trenta giorni.

Un altra denuncia è avvenuta per un uomo per truffa, usurpazione di funzioni pubbliche e sostituzione di persona due uomini, entrambi tarantini, per una truffa posta in essere ai danni di una persona residente a Cavriglia, consistente nel mancato acquisto di uno smartphone Iphone 6s posto in vendita su un noto sito di annunci “on – line”. I due si facevano consegnare 200 euro dall’acquirente, che provvedeva al pagamento a mezzo di ricarica postepay. I predetti inoltre, millantavano di appartenere all’Arma dei Carabinieri al fine di carpire la fiducia della parte offesa, per poi mettere in atto la truffa.

I Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini hanno denunciato un uomo, riconosciuto autore di un tentato furto in abitazione. Una signora di Terranuova, accortasi della presenza dell’uomo nelle pertinenze dell’abitazione, lo riconosceva e lo metteva in fuga.

I Carabinieri della Stazione di Montevarchi hanno denunciato un ragazzo italiano, classe 93, residente a Prato. Il giovane, a seguito di una perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di un cellulare rubato a Terranuova Bracciolini nel settembre 2017. Il telefono è stato posto sotto sequestro, nell’attesa della restituzione all’avente diritto.

I Carabinieri di Montevarchi hanno denuciato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio un cittadino nigeriano di 30 anni. L’uomo, nel corso di un controllo nei pressi della stazione ferroviaria, veniva trovato in possesso di 13 (tredici) involucri di marjiuana, pronta per la vendita. Lo stupefacente è stato posto sotto sequestro.

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai