1000 miglia a Pietrasanta nel nome di Clemente Biondetti

Venerdì 18 maggio il passaggio della corsa più bella del mondo da Pietrasanta nel nome di Clemente Biondetti

Quando si parla di 1000 Miglia, la Scuderia Biondetti e Automobile Club Firenze non possono mancare. Particolarmente quest’anno che la manifestazione  celebra gli anniversari del 1928, 1938 e 1948 ed è d’ obbligo un ricordo per Clemente Biondetti, a detta di Enzo Ferrari “il più grande stradista di tutti i tempi.“

  • Nel 1928 vinsero Campari- Ramponi con l’Alfa Romeo 6C 1500 ss
  • Nel 1938 vinsero Biondetti-Stefani con l’Alfa romeo 8C 2900 B
  • Nel 1948 vinsero Biondetti-Navone con la Ferrari 166 s

Quest’anno, dunque, ricorre l‘ottantesimo anniversario della prima della quattro vittorie di Biondetti, “alla corsa più bella del mondo” conseguita con l’Alfa Romeo 2900 B  Touring alla straordinaria media di oltre 135 km/h. Clemente Biondetti, infatti, vinse anche nel 1947, ancora con una Alfa Romeo 2900 B Berlinetta, nel 1948 e nel 1949 ai comandi di una Ferrari.

Nell’ ambito della 1000 Miglia storica, il Comune di Pietrasanta e la fondazione Barsanti e Matteucci, che ringraziamo vivamente, ci hanno dato la possibilità di ricordare il grande pilota il quale, tra l’altro, nei primi anni venti, ha vissuto a Marina di Pietrasanta.

Grazie al patrocinio e alla collaborazione del comune, sarà allestita in Piazza Duomo una postazione, dove una giuria composta da circa 30 persone voterà per l’ Alfa  Romeo più significativa della 1000 Miglia 2018.

Ricordiamo che le auto partecipanti alla manifestazione inizieranno a transitare in Piazza Duomo dalle 16.00 di venerdì 18 maggio.

La prestigiosa coppa in argento della collezione ACI Firenze, verrà consegnata al vincitore durante le premiazioni ufficiali che si terranno a Brescia domenica 20 maggio.

Tag

Articoli correlati

Close
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai