Home / Cronaca / VIAREGGIO – Rapina e stupra prostitute: arrestato rumeno
violenza-donne

VIAREGGIO – Rapina e stupra prostitute: arrestato rumeno

VIAREGGIO (Lucca) – Ha 40 anni, è rumeno, è incensurato, lavora saltuariamente come manovale, è sposato con figli e si chiama Viorel Stanciu. È il presunto autore di nove episodi di rapina e stupro ai danni di prostitute dal 2012 ad oggi in Versilia. L’uomo è stato arrestato dalla Polizia con l’accusa di aver rapinato, sequestrato e violentato una prostituta, ma gli inquirenti sospettano di lui anche per altri otto episodi analoghi. L’uomo è rinchiuso nel carcere di San Giorgio a Lucca.

Il 40enne rumeno è stato fermato ieri mattina poco dopo aver rapinato e violentato in un’abitazione viareggina una prostituta straniera trovata dagli agenti di Polizia legata a letto, con un indumento in bocca per evitare che urlasse. Le indagini, però, erano già scattate dopo la denuncia di un’altra lucciola che era riuscita a fornire parzialmente la targa dello scooter usato dal rapinatore. Quando è stato fermato, secondo quanto spiegato dagli inquirenti, Stanciu stava uscendo dal palazzo dove per l’accusa avrebbe compiuto la sua ultima violenza. Con sé aveva una valigia con dentro abiti e biancheria della vittima, un computer portatile e 300 euro in contanti.

Le indagini non sono finite qui. La Polizia vuole accertare le eventuali responsabilità del 40enne anche per altre rapine e violenze a prostitute (in tutto otto). Infatti, la dirigente del commissariato viareggino, dottoressa Rosaria Gallucci, ha invitato eventuali altre vittime a sporgere denuncia. Addirittura, in uno dei casi sospetti il rapinatore-stupratore avrebbe pure minacciato la vittima di bruciarla usando una stufa elettrica.

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.