Home / Politica / TOSCANA – Lucia de Robertis: sì all’obbligo dei defribillatori per le associazioni sportive.
Anche i piccoli impianti sportivi di quaritere avranno l'obbligo, se passerà il sì della Regione, di dotarsi dei defribillatori.
Anche i piccoli impianti sportivi di quaritere avranno l'obbligo, se passerà il sì della Regione, di dotarsi dei defribillatori.

TOSCANA – Lucia de Robertis: sì all’obbligo dei defribillatori per le associazioni sportive.

I gestori di impianti sportivi pubblici, o privati aperti al pubblico mediante pagamento del biglietto e quelli in uso ad associazioni sportive avranno l’obbligo (a proprie spese) di dotarsi di defribillatori; la formazione sul loro corretto utilizzo sarà effettuata dalla regione.

Lucia De Robertis, Consigliera Regionale PD ed Ex-Assessore a sanità, politiche sociali, educative e della famiglia, volontariato e coordinamento dei Quartieri del Comune di Arezzo,  in vista del prossimo pronunciamento del Parlamento Regionale in favore alla diffusione dei defribillatori, afferma: “la Regione Toscana darà un segnale importante in tema di salute e sicurezza nello sport. Negli ultimi sei anni, infatti, nel nostro paese ci sono stati quasi 300 decessi nell’ambito della pratica sportiva ed è stato calcolato che tra il 20 ed il 40% degli atleti colpiti da arresto cardiocircolatorio avrebbero potuto salvarsi se, entro sei minuti, fossero stati soccorsi con le tecniche di respirazione e l’utilizzo del defibrillatore. Tragedie che hanno colpito anche giovani sportivi che avevo avuto la fortuna e il privilegio di conoscere nella mia città, Arezzo. Voterò con particolare soddisfazione questa legge – commenta Lucia De Robertis – perché darà il segno di come una semplice e moderna norma possa incidere positivamente sulla vita dei cittadini e in modo particolare dei giovani e di tutti coloro che praticano attività sportive”.

Carlo Casini

Giornalista pubblicista, collabora con varie testate e siti come ChiantiSette, BisenzioSette , Isolottolegnaia.it. Sociologo di formazione ed esperto intervistatore, ha lavorato nel mondo della ricerca sociale, del terzo settore e della comunicazione, ma anche nell'ambito agricoltura, ambiente e venatoria. È stato collaboratore direttivo per la Regione Toscana e ha collaborato con Caritas, Mcl, Noi. È innamorato della propria terra, ama il contatto con la natura , riscoprire angoli dimenticati e tradizioni.