Home / Ambiente e Agricoltura / Testo Unico del Vino – Il Consorzio del Chianti plaude l’approvazione della legge: ‘Adesso sarà più facile concentrarsi sui nostri prodotti e non sulla burocrazia’
consorzio-chianti

Testo Unico del Vino – Il Consorzio del Chianti plaude l’approvazione della legge: ‘Adesso sarà più facile concentrarsi sui nostri prodotti e non sulla burocrazia’

Testo Unico del Vino, il Consorzio del Chianti “Provvedimento atteso da anni. Adesso sarà più facile concentrarsi sui nostri prodotti e non sulla burocrazia”

“Siamo soddisfatti dell’approvazione di una legge che attendevamo da anni che permetterà alle nostre aziende di concentrarsi di più sui propri prodotti, sulla loro qualità e commercializzazione, piuttosto che perdere tempi infiniti a causa di una burocrazia che non era più sostenibile” E’ quanto dichiarato da Marco Alessandro Bani, direttore del Consorzio Vino Chianti che commenta così l’approvazione in Commissione agricoltura alla Camera del testo Unico del Vino che disciplina la produzione e la commercializzazione del vino.

“Oggi più che mai – spiega Banii – il nostro settore ha bisogno di semplificazione e negli ultimi anni, a causa di complicati e spesso incomprensibili regolamenti e dispositivi, il rischio di incorrere in sanzioni era decisamente elevato. Con un testo unico che di fatto riorganizza l’intera normativa sul vino, sarà più facile per i nostri produttori e agricoltori orientarsi ed evitare di commettere errori.

La nuova legge – conclude Bani – servirà a salvaguardare un settore chiave per l’economia del territorio toscano che non sempre ha ricevuto il sostegno da parte del legislatore che negli anni ha complicato non poco il sistema. Ci auguriamo che si tratti di un primo passo di un percorso che porterà finalmente ad una semplificazione definitiva necessaria e non più prorogabile dell’intera filiera.”

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.