Home / Eventi e cultura / Tempo reale Festival 2017, 10a edizione
piano-solo_trf_y

Tempo reale Festival 2017, 10a edizione

Y la nuova sezione invernale del Tempo Reale Festival esplora nuovi luoghi con le sue performance e sperimentazioni con prime assolute di grandi nomi della musica elettronica.

immagine-brano-perciballiFirenzeLa seconda sezione del Tempo Reale Festival si intitola Y ed è una novità nel decimo anno di vita della kermesse che amplia la sua programmazione anche in inverno: dal 30 novembre al 3 dicembre, prime assolute, performance di artisti sonori, musica aperta, artisti internazionali. Nel trentesimo anniversario della fondazione di Tempo Reale l’attenzione ai temi del suono allarga sempre più i suoi confini conquistando nuovi luoghi della città come la Palazzina Reale di Santa Maria Novella per spostarsi anche a Pistoia, capitale della Cultura 2017 alla fondazione Marino Marini.

Fra gli ospiti internazionali: l’oboista Christopher Redgate, musicista d’eccezione, è l’interprete al centro del progetto di esplorazione di uno degli strumenti orchestrali più misteriosi e suadenti. Le tre composizioni con elettronica impiegano tecniche sperimentali di intelligenza artificiale per estendere le potenzialità espressive sia dello strumento che dello stesso interprete, il cui concerto si conclude con la prima assoluta del compositore britannico Craig Vear, ispirata dal solo “God Bless the Child” del grande jazzista Eric Dolphy (2/12, Palazzina reale di Santa Maria Novella).

piano-solo_trf_yIn apertura giovedì 30 novembre, l’omaggio sentito e doveroso a Caterina Poggesi, figura della cultura contemporanea a Firenze e collaboratrice di Tempo Reale, prematuramente scomparsa. Il festival le dedica il suo lavoro di micro-teatro musicale Solo piano con donna all’Istituto Francese con l’interpretazione di Oumoulkhairy Carroy e con la regia ripresa da Cristina Abati (Istituto Francese, 30/11, h. 19), altro progetto a lei dedicato Residenze Kate in cui artisti sonori residenti a Tempo Reale presentano il risultato delle proprie ricerche, Caterina Poggesi è stata infatti promotrice del primo programma strutturato di residenze artistiche (2/12, h. 17.30, Palazzina reale di Santa Maria Novella).

Venerdì 1 dicembre una performance serale dedicata al concetto di ‘Musica Aperta’, sempre alla Palazzina reale, dalle avanguardie ad oggi si allarga il concetto di musica che chiama l’interprete a un ruolo creativo e centrale del momento concertistico. Le due opere che Daniela Fantechi e Luca Perciballi, insieme ai loro “solisti”, presentano in prima assoluta sono nate da un periodo di residenza e ricerca incentrate su queste tematiche.

Alla fondazione Marino Marini luogo simbolo del contemporaneo, dove si presenta un programma musicale incentrato su opere fondamentali del repertorio elettroacustico di Stockhausen e Cage, alternate a lavori molto recenti come l’opera di Cosottini, dedicata al TREE-Tempo Reale Electroacoustic Ensemble presentata per la prima volta in una versione con l’autore stesso (fondazione Marino Marini, 3/12).

Informazioni e prenotazioniprenotazioni@temporeale.it – tel. 055.717270

Riccardo Gorone

Laureato in Filosofia all'Università Ca' Foscari di Venezia, collabora con quotidiani online ("ReportPistoia", "ReportCult", "Carnage News") occupandosi di cultura e musica. In contatto con le nuove realtà internazionali della musica, promuove e divulga opere, eventi e artisti delle diverse scene sperimentali. Ha collaborato con radio tra cui Radio3, Radio Sherwood, Radio Belluno, e festival nazionali come Dancity, ClubtoClub, Pistoia Blues.