Home / Cronaca / Strage familiare, senese uccisa negli Stati Uniti
Barbara Giomarelli e Benyamin Asefa (foto Facebook)
Barbara Giomarelli e Benyamin Asefa (foto Facebook)

Strage familiare, senese uccisa negli Stati Uniti

SIENA - Una senese di 42 anni, Barbara Giomarelli (nella foto insieme al marito e alla figlia sopravvissuta), è stata ritrovata senza vita insieme al figlio di pochi mesi e al marito 40enne di origine etiope Benyamin Asefa nella sua casa di New Market, nel Maryland. Si tratterebbe dell’ennesima strage in ambito familiare, “un caso di omicidio-suicidio” secondo lo sceriffo della Contea di Frederick. Secondo i media locali, a scatenare la furia omicida potrebbe esserci un litigio familiare. La dinamica, però, non è chiara e come unica testimone ci sarebbe la figlia di 5 anni della coppia, unica sopravvissuta e ricoverata in stato di shock per poi essere affidata ai servizi di tutela dei minuti.

Infatti, secondo le prime ricostruzioni, la bambina sarebbe riuscita ad uscire dall’abitazione in cui si stava consumando la mattanza e sarebbe riuscita ad avvisare i vicini che hanno avvertito immediatamente il 911. Quando gli agenti di polizia sono arrivati sul posto, in casa hanno trovato i tre corpi con ferite d’arma da fuoco e una pistola. I corpi della donna originaria di Siena, del marito e il corpicino del figlio di pochi mesi sono stati trasferiti dal Coroner al Medical Examiner’s Office di Baltimora per l’autopsia.

Barbara Giomarelli, di professione biologa ricercatrice, si trovava negli Stati Uniti d’America da circa dieci anni per motivi di lavoro e si era sposata quattro anni fa. La donna lavorava presso il Centro di Biotecnologia Marina dell’Università del Maryland, mentre il marito lavorava nel settore della ricerca presso il National Cancer Institute. In lutto la nobile Contrada del Nicchio, di cui Barbara Giomarelli faceva parte e di cui è molto conosciuto il fratello della vittima.

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.