Home / Eventi e cultura / SIENA – Fuori Fuoco con le due ultime serate della stagione estiva
Dal film Milionari
Dal film Milionari

SIENA – Fuori Fuoco con le due ultime serate della stagione estiva

In scena a Fuori Fuoco l’intreccio tra criminalità e potere  “Milionari” di Alessandro Piva e “Suburra” di Stefano Sollima. Due film con grandi attori che non rinunciano allo sguardo della periferia

Mercoledì 24 e giovedì 25 agosto in Piazza Bersaglieri d’Italia in Località Castellina Scalo ad ingresso gratuito gli ultimi due appuntamenti al Castello di Monteriggioni per la rassegna Fuori Fuoco firmata Visionaria, giunta ormai alla sua ottava edizione. Mercoledì 24 e giovedì 25 agosto in Piazza Bersaglieri d’Italia in Località Castellina Scalo, saranno proiettati due film che raccontano l’intreccio tra criminalità e potere in due città simbolo dell’Italia: Napoli e Roma, conservando però sulle piccole grandi contraddizioni di queste due realtà lo sguardo disincantato ma genuino della periferia.

Il film “Milionari” di Alessandro Piva conFrancesco Scianna e Valentina Lodovini (mercoledì 24 agosto) è la storia dell’ascesa e della caduta di un clan criminale napoletano attraverso il racconto di un boss e della sua famiglia, scissa tra l’aspirazione a una vita borghese e le pulsioni profonde della sopraffazione; al tempo stesso il racconto del sogno di un ragazzo che si fa travolgere dalla brama di un potere fine a se stesso, per diventare l’incubo di un uomo e di chi gli vive accanto.

Dal film Suburra

Dal film Suburra

Giovedì 25 agosto, sarà la volta di “Suburra” di Stefano Sollima con straordinari attori come Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola, Greta Scarano e Giulia Elettra Gorietti. Siamo nell’antica Roma e la Suburra era il quartiere dove il potere e la criminalità segretamente si incontravano. Dopo oltre duemila anni, quel luogo esiste ancora. Perché oggi, forse più di allora, Roma è la città del potere: quello dei grandi palazzi della politica, delle stanze affrescate e cariche di spiritualità del Vaticano e quello, infine, della strada, dove la criminalità continua da sempre a cercare la via più diretta per imporre a tutti la propria legge.

Come da tradizione di Fuori Fuoco ai film è abbinato un cortometraggio dell’archivio del Visionaria Film Festival e rispettivamente: “Acabo de tener un sueño – I’ve just had a dream” di Javi Navarro (Spagna, 2014) e Bubbles don’t lie di Stepan Etrych (Repubblica Ceca, 2014).

Gran finale a Siena con due serate all’Auditorium Casa dell’Ambiente (via Simone Martini) sabato 27 agosto con la proiezione di “Alaska” di Claudio Cupellini e “Cloro” di Lamberto Sanfelice (domenica 28 agosto) dove torna alla ribalta il tema della ricerca della felicità in una età fragile in cui non si possiede nulla tranne che se stessi.

Fuori Fuoco è una rassegna a cura di Giuseppe Gori Savellini, promossa da Visionaria e realizzata grazie al sostegno dei Comuni di San Gimignano, Castelnuovo Berardenga, Monteriggioni e Siena. Fa parte del progetto “M!ra – il cinema a Siena” ed è realizzato in collaborazione con l’associazione Campo e Controcampo – Storie di Cinema.

Tutti gli appuntamenti sono alle 21.30 e ad ingresso libero. 

Beatrice Rossi

Beatrice, 33 anni. Collabora con Reato d'Opinione per cui tiene la pagina di Storia dell' Arte, in cui è laureata, è food blogger di successo sul suo seguitissimo www.beatitudiniculinarie.it dove racconta le sue ricette in un lungo viaggio alla ricerca di nuovi e vecchi sapori. Artista non solo dei fornelli, nel tempo libero oltre a cucinare ama leggere, disegnare e dedicarsi all'artigianato artistico per cui è creatrice e venditrice.