Home / Cucina / SECONDI – Ossibuchi in umido alla toscana
ossobuco alla toscana
ossobuco alla toscana

SECONDI – Ossibuchi in umido alla toscana

Vi presento oggi una ricetta che ho sperimentato per la prima volta, gli ossibuchi! Ovviamente l’ingrediente fondamentale per la preparazione è l’ossobuco, ovvero lo stinco del vitello attorno al quale, una volta tagliato e cucinato, resta la polpa del muscolo tutta da spolpare! Sono un piatto particolare, che non tutti apprezzano. Ho seguito la ricetta di base di mia madre arricchita da qualche idea mia, a quanto pare le idee sono piaciute, è stato un successone!

Ingredienti:

  • 4 ossibuchi di vitello
  • 1 cipolla
  • 2 foglie di alloro
  • 1/2 bicchiere di vinsanto
  • acqua qb
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 3 cucchiai di conserva
  • olio, sale, pepe, farina qb
  • Riso per accompagnare

Sbucciate una cipolla di medie dimensioni ed affettatela finemente. Mettete la cipolla a soffriggere in una padella con tanto olio da coprirne il fondo. Fate imbiondire, nel frattempo infarinate gli ossibuchi e poi metteteli nella padella con la cipolla. Lasciate rosolare gli ossibuchi da entrambi le parti, salateli e pepateli. Ricordatevi di inciderne i bordi od in cottura si arricceranno! Aggiungete l’alloro e sfumateli con il vinsanto (sostituibile con la marsala).

Lasciate asciugare ed aggiungete poi circa due tazze di acqua nelle quali avrete sciolto la conserva. Gli ossibuchi, affinchè diventino morbidi, vanno lasciati cuocere a lungo, almeno 1 ora e 30 minuti, via via che asciuga riaggiungete dell’acqua (o del brodo se lo avete). Da ultimo aggiungere il limone e lasciate ritirare bene il sughetto. Questo piatto ha un aroma abbastanza particolare perchè al acidulo del limone unisce il dolciastro del vinsanto. Sono ottimi accompagnati dal del riso scondito, da usare al posto del pane con l’ottimo sugo!

fonte: Beatitudini in cucina

Beatrice Rossi

Beatrice, 33 anni. Collabora con Reato d'Opinione per cui tiene la pagina di Storia dell' Arte, in cui è laureata, è food blogger di successo sul suo seguitissimo www.beatitudiniculinarie.it dove racconta le sue ricette in un lungo viaggio alla ricerca di nuovi e vecchi sapori. Artista non solo dei fornelli, nel tempo libero oltre a cucinare ama leggere, disegnare e dedicarsi all'artigianato artistico per cui è creatrice e venditrice.