Home / Ambiente e Agricoltura / Rapporto Animali in città – Legambiente presenta a Firenze l’indagine sui servizi e le attività dei Comuni
animali in città
animali in città

Rapporto Animali in città – Legambiente presenta a Firenze l’indagine sui servizi e le attività dei Comuni

Rapporto Animali in città
Legambiente presenta a Firenze l’indagine sui servizi e le attività dei Comuni capoluogo di provincia per la tutela degli amici a quattro zampe

Firenze, sabato 18 maggio 2013 ore 11.30 – presso la Palazzina Lorenese, saletta 10, primo piano

Molti comuni italiani forniscono strutture e servizi di qualità per gli animali domestici, ma c’è ancora molto da fare per garantire agli amici a quattro zampe una tutela e un benessere a 360 gradi. A fornire una panoramica completa su ciò, è il Rapporto Animali in città, l’indagine di Legambiente sui servizi e le attività dei comuni capoluoghi di provincia per la tutela degli amici a quattro zampe realizzata attraverso un questionario sottoposto alle amministrazioni comunali.

Dal rapporto, che verrà presentato sabato 18 maggio a Firenze in occasione di Terra Futura, emergono numerose informazioni su servizi e strutture destinate agli amici a quattro zappe, sulle attività periodiche di microchippatura e le campagne di informazione sull’anagrafe canina e molto altro ancora.

Accanto ai dati, il Rapporto Animali in città presenta anche le buone pratiche di alcuni comuni virtuosi e esperienze modello.

Interverranno:

  • Antonino Morabito, responsabile nazionale Fauna Legambiente
  • Franco Di Martino, direttore di Legambiente Toscana
  • Dott. Vincenzo Caputo, coordinatore area sanità pubblica veterinaria ASL NA1 e direttore Criuv

e le Unità Cinofile Antiveleno rappresentate da:

  • Carmelo Aricò con il suo fido Ettore,
  • Cristian Baraldi con Gy,
  • Franca Grigatti con Einstein dei Boschi D’oro
  • Umberto Malavolta con Rompi.

fonte: Katia Rosanna Rossi – ufficio stampa: 055.6810330/347.3646589

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.