Home / Cronaca / VIDEO responsabile gomme tagliate a Campo di Marte
gomme tagliate

VIDEO responsabile gomme tagliate a Campo di Marte

È una 35enne di origine bosniaca la responsabile dei raid a Campo di Marte. Voleva colpire le auto dei Carabinieri. Sequestrata nella sua camera d’albergo “l’arma del delitto”: un paio di forbici 

FIRENZE – Stanotte, dopo una serie di accertamenti, la polizia ha rintracciato la 35enne di origine bosniaca identificata lo scorso weekend dagli operatori tramite alcune immagini di videosorveglianza che avevano ripreso la donna in azione lungo via dei Sette Santi. In quella circostanza una ventina di automobilisti si ritrovarono con le gomme della propria auto a terra. Da quel giorno gli uomini della Squadra Volante hanno effettuato un attento e scrupoloso servizio di osservazione estendendo la ricerca della sospetta a diverse zone della città; oggi, intorno all’una di notte, una pattuglia l’ha fermata in viale Matteotti.

GUARDA QUI il video delle gomme tagliate a Campo di Marte

Durante il controllo la straniera ha ammesso agli agenti le sue responsabilità in merito agli episodi constatati dalla polizia sia sabato scorso che la mattina del primo dicembre, quando furono invece riscontrati danni alle ruote di 49 autovetture in viale Fanti. Dopo aver scoperto il suo effettivo domicilio in un albergo vicino a viale dei Mille, gli agenti hanno effettuato un controllo anche nella sua camera d’hotel dove sono state rinvenute e sequestrate un paio di forbici da manicure.

Oltre ad avere confermato di aver colpito nei giorni scorsi anche nella zona di viale dei Mille, la donna avrebbe riferito di aver utilizzato durante i suoi “raid”, proprio le forbicine sequestrate dai poliziotti. Al momento, evidenziando all’Autorità Giudiziaria le problematiche scaturite dalle sue azioni seriali, la polizia ha formalmente denunciato la donna per il reato di danneggiamento aggravato continuato. 

fonte: Questura di Firenze

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.