Home / Eventi e cultura / PRATO – Conferenza alla Lazzerini: Marco Bazzini e ‘L’arte al tempo di Lipchiz’
L’arte al tempo di Lipchiz
L’arte al tempo di Lipchiz

PRATO – Conferenza alla Lazzerini: Marco Bazzini e ‘L’arte al tempo di Lipchiz’

Dopo le quattro conferenze che hanno affrontato vari aspetti della vita e delle opere di Lipchiz, mercoledì 8 maggio alle 18 alla Biblioteca Lazzerini si terrà il penultimo appuntamento della rassegna organizzata dall’assessorato alla cultura del Comune per conoscere meglio il grande scultore a cui è dedicata la mostra “L’arte di gesso”, a Palazzo Pretorio.

Nell’incontro il direttore artistico del Centro Pecci, Marco Bazzini interverrà su “L’arte al tempo di Lipchiz”, un interessante excursus sull’arte del ‘900. Il ciclo di conferenze si concluderà venerdì 17 maggio sempre alle 18 alla Biblioteca Lazzerini con Alberto Salvadori,direttore artistico del Museo Marino Marini di Firenze che parlerà di Jacques Lipchitz e Marino Marini: esperienze di lavoro. Davvero un’opportunità da non perdere per capire l’affascinante mondo dell’artista, ma anche il contesto storico e culturale in cui visse e si sviluppò l’arte del grande maestro.

Intanto non accenna a diminuire l’affluenza di pubblico alla mostra “L’arte di gesso”: sono stati infatti 8200 i visitatori che, dal giorno della sua inaugurazione, hanno varcato la soglia di Palazzo Pretorio per ammirare le splendide sculture del maestro lituano.

Si ricorda infine che la mostra resterà aperta a ingresso libero fino al 26 maggio, tutti i giorni, eccetto il martedì ,dalle 10 alle 13 e dalle 15,30 alle 19,30.

Tutte le iniziative in programma su www.palazzopretorio.prato.it e Facebook: Palazzo Pretorio Prato

fonte: Ufficio Stampa di Comune di Prato

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.