Home / Sociale / PONTASSIEVE – Attestato simbolico di cittadinanza italiana a 244 bambini e ragazzi
cittadinanza-italiana
cittadinanza-italiana

PONTASSIEVE – Attestato simbolico di cittadinanza italiana a 244 bambini e ragazzi

Un attestato ai 244 bambini e ragazzi residenti nel nostro territorio. Domenica 2 giugno ore 11 – Sala del Consiglio Comunale

Il Comune di Pontassieve ha deciso di riconoscere simbolicamente la cittadinanza italiana a tutti i bambini e le bambine straniere nate in Italia e residenti nel territorio. Saranno 244 i bambini e i ragazzi che sono nati in Italia e che vivono a Pontassieve che sono stati invitati domenica 2 giugno alla ore 11 nella Sala del Consiglio per ricevere dal Sindaco Marco Mairaghi l’attestato simbolico di cittadinanza italiana.

In Italia, infatti, più di un milione di bambini e ragazzi, figli di cittadini stranieri, nati e cresciuti nel nostro Paese, non hanno la cittadinanza a causa di una legge rimasta ferma al 1992. Sul nostro territorio ormai parlano la nostra lingua “condita” anche delle cadenze dialettali toscane, frequentano le nostre scuole e le loro famiglie fanno parte della nostra comunità, vivono e lavorano sul territorio.

L’anno scorso il comune di Pontassieve – spiega il Sindaco Marco Mairaghi – ha sostenuto la campagna di raccolta firme per la riforma della legge di cittadinanza L’ITALIA SONO ANCH’IO, che ha portato all’adesione di oltre 200mila cittadini italiani. Adesso è necessario fare in modo che il Governo e il Parlamento italiano cambino la legge sulla cittadinanza perché chi nasce in Italia possa essere cittadino italiano. Per noi è un momento importante – conclude – è un gesto di cui siamo fieri, che abbiamo deciso di celebrare consegnando a tutti i bambini un attestato e invitando tutte le famiglie alla cerimonia, che si terrà il giorno della Festa della Repubblica.

fonte: Comune di Pontassieve

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.