Home / Sociale / PISA – Misericordia, potrebbero essere licenziati più di quaranta dipendenti
Ambulanze pronte per la partenza
Ambulanze pronte per la partenza

PISA – Misericordia, potrebbero essere licenziati più di quaranta dipendenti

Ridurre di due terzi il personale: questo l’obiettivo della Misericordia di Pisa, i cui conti sono da troppo tempo in rosso. Dato che in cifre reali significa che più di quaranta saranno lavoratori licenziati, dichiarano i sindacati pisani di Cgil, Cisl e Uil.

I dipendenti, preoccupati per il loro futuro, come esponevano su cartelli e striscioni, hanno fatto una manifestazione di protesta davanti alla sede della Veneranda Arciconfraternita.

Michele Orsi, segretario pisano di Cgil Funzione Pubblica, ha dichiarato: “La Misericordia di Pisa ha dimostrato di essere inaffidabile e di non rispettare i patti: nell’incontro con il governatore Luigi Marchetti avremmo dovuto discutere dei contratti di solidarietà e della loro proposta di estendere la riduzione oraria e invece ci hanno detto solo di volere procedere al licenziamento di quaranta  persone. Un comportamento inaccettabile di fronte al quale abbiamo immediatamente interrotto qualunque trattativa Oggi, incontreremo in assemblea i lavoratori e decideremo le forme di mobilitazione da intraprendere.”.

 

Carlo Casini

Giornalista pubblicista, collabora con varie testate e siti come ChiantiSette, BisenzioSette , Isolottolegnaia.it. Sociologo di formazione ed esperto intervistatore, ha lavorato nel mondo della ricerca sociale, del terzo settore e della comunicazione, ma anche nell'ambito agricoltura, ambiente e venatoria. È stato collaboratore direttivo per la Regione Toscana e ha collaborato con Caritas, Mcl, Noi. È innamorato della propria terra, ama il contatto con la natura , riscoprire angoli dimenticati e tradizioni.