Home / Cronaca / PISA – Incidente su Aurelia, morti 2 parà. 5 feriti
furgone parà folgore
furgone parà folgore

PISA – Incidente su Aurelia, morti 2 parà. 5 feriti

PISA – Gravissimo incidente stamani intorno alle 10.45 sulla Statale Aurelia tra Livorno e Pisa, nei pressi della base militare di Camp Darby. Per cause in corso di accertamento, un veicolo dell’Esercito, che stava trasportando personale militare della Folgore di rientro da un servizio armato, si è scontrato con un tir civile che procedeva in senso opposto. Lo scontro ha provocato due vittime e quattro feriti.

A perdere la vita sono stati i caporali Giuseppe Luca Rizzi, originario di Barletta, e Fabio Grendene, 18enne originario di Milano. Altri quattro militari sono rimasti feriti e sono ricoverati presso l’ospedale civile di Cisanello. Una di queste, la 21enne foggiana caporale Maria Jacovelli, versa in gravissime condizioni. Meno preoccupanti, invece, sono le condizioni degli altri tre feriti, il primo caporal maggiore Daniele Rotondi, 42enne di Massa, e i caporali Luca Leone, 22enne di Volla (Napoli) e Roberta Di Nuccio, 21enne residente a Pisa presso la caserma del Centro di addestramento dei paracadutisti della Folgore (Capar). Starebbe bene, invece, il caporale Filippo Monteserrato, rimasto anch’egli lievemente ferito nello scontro. Praticamente illeso il conducente del tir che ha riportato solo poche lievissime ferite.

Appresa la notizia, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, il generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, ha espresso «il più profondo cordoglio ai familiari dei paracadutisti deceduti e gli auguri di pronta guarigione ai feriti». I Carabinieri stanno cercando di capire la dinamica dell’incidente. Il mezzo della Folgore è stato quasi completamente distrutto e presenta un ampio squarcio sulla fiancata sinistra. L’Aurelia è stata chiusa al traffico in entrambi i sensi di marcia.

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.