Home / Ambiente e Agricoltura / PISA – Acqua pubblica: fronte comune delle opposizioni in consiglio comunale
acqua pubblica

PISA – Acqua pubblica: fronte comune delle opposizioni in consiglio comunale

Acqua pubblica, dopo la decisione del Pd di far mancare il numero legale fronte comune delle opposizioni del Consiglio Comunale

Fanno fronte comune le forze politiche di opposizione del Consiglio Comunale dopo la decisione del Capogruppo del Pd, Ferdinando De Negri, di far mancare il numero legale, nel Consiglio Comunale di ieri, sulla mozione riguardante la lo scottante tempo dell’acqua pubblica o “ripubblicizzazione dell’acqua”, presentata dai consiglieri comunali Ciccio Aletta e Marco Ricci (Una città in Comune- Prc) e che aveva avuto, come conseguenza, lo scioglimento dello stesso Consiglio Comunale. Per la maggioranza erano rimasti comunque in aula solo tre consiglieri comunali del PD (Landucci, Fichi e Del Corso) e i due di Sel (Ghezzani e Paolicchi).

“Così – ha detto Ciccio Auletta (Una città in Comune-Prc)- il Consiglio Comunale viene svuotato ”.

“E stato mortificato – ha poi aggiunto il consigliere comunale Giovanni Garzella (PDL) – il ruolo delle opposizioni”. “E stato – ha invece sottolineato il consigliere comunale Diego Petrucci (Noi adesso Pisa) – un atteggiamento incredibile ed inaccettabile”.

“E’ stata grave anche che il Presidente del Consiglio Comunale, Ranieri Del Torto, – ha concluso la consigliera comunale Valeria Antoni (M5S) – sia uscito dall’aula così dimostrando di non essere super partes”.

fonte: Ufficio stampa consiglio comunale Pisa