Home / Cucina / Pici all’amatriciana, una ricetta della tradizione
pici all'amatriciana
pici all'amatriciana

Pici all’amatriciana, una ricetta della tradizione

Chi non ha mai sentito parlare dell’amatriciana? Oggi una ricetta della tradizione: pici all’amatriciana

Il nome deriva da una piccola cittadina, Amatrice, dove sarebbe stato originariamente inventato questo sugo pensato per gli spaghetti, tant’è che Amatrice è la patria degli spaghetti! Io invece, nelle mie vacanze laziali, ho visto preparare i pici all’amatriciana ed oggi ve li ripropongo seguendo la ricetta di un bellissimo ristorante sul lago a Montefiascone.

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g di pici freschi
  • 200 g di guanciale
  • 1 peperoncino
  • 500 g di pomodoro (pezzettoni o pelati)
  • 1 peperoncino
  • sale
  • pecorino romano grattugiato

Tagliate il guanciale a cubetti e mettetelo a soffriggere in una padella antiaderente insieme al peperoncino. Lasciate cuocere fino a quando non diventa croccante ed avrà rilasciato buona parte di grasso.

Togliete il vostro guanciale dalla padella e versatevi il pomodoro, salate e lasciate cuocere per una mezz’ora a fiamma bassa.

Spegnete e rimettete il guanciale nel pomodoro. Lessate i pici in abbondante acqua salata, controllate la cottura e scolateli quando saranno ben cotti.

Versateli nella padella con il sugo e mantecate per un paio di minuti. Servire con una generosa dose di pecorino grattugiato.

Beatrice Rossi

Beatrice, 33 anni. Collabora con Reato d'Opinione per cui tiene la pagina di Storia dell' Arte, in cui è laureata, è food blogger di successo sul suo seguitissimo www.beatitudiniculinarie.it dove racconta le sue ricette in un lungo viaggio alla ricerca di nuovi e vecchi sapori. Artista non solo dei fornelli, nel tempo libero oltre a cucinare ama leggere, disegnare e dedicarsi all'artigianato artistico per cui è creatrice e venditrice.