Home / Cucina / Omelette al basilico, una rivisitazione della ricetta classica
omelette basilico
omelette basilico

Omelette al basilico, una rivisitazione della ricetta classica

Una rivisitazione della classica omelette. Amando il basilico ed il suo estivo profumo riesco ad infilarlo veramente ovunque!

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 2 cucchiai rasi di farina 00
  • Mezzo bicchiere di acqua gassata
  • Un cucchiaio di formaggio grattato
  • 7-8 foglioline di basilico fresco
  • Sale

Per il ripieno:

  • 250 gr di mozzarella o formaggio fresco.

Sbattete in una ciotola le due uova aggiungendo poi farina, formaggio, l’acqua gassata (in teoria ci vorrebbe il latte, ma l’acqua le rende più spumose… è una questione di gusti), il sale ed il basilico tagliato a striscine sottili. Scaldate una padella antiaderente con un filo di burro e quando è calda versare l’impasto.

Lasciate dorare e poi buttatevi nella difficile impresa di girare l’omlette. Ora o fate come i grandi chef che le fanno girare al balzo… assicurandovi di avere un soffitto molto alto, oppure fate come i poveri mortali che per evitare la rottura della frittata l’hanno prima spostata in una teglia e poi l’hanno ribaltata nella padella di cottura.

Nel frattempo che cuoce adagiatevi la mozzarella a fettine, io avevo del prosciutto cotto ed ho messo quello anche, una volta, in onore delle origine trentine avevo messo mozzarella e speck… era decisamente una favola! Quando la mozzarella comincerà a sciogliersi armatevi di 2 palette e cominciate ad avvolgere l’omlette su se stessa… fate con attenzione e delicatezza o finirà per rompersi!

Adagiatela su un piatto di portata accompagnata da pomodori tagliati a cubetti e servire calda tagliata a rondelle!

fonte: Beatitudini in Cucina

Beatrice Rossi

Beatrice, 33 anni. Collabora con Reato d'Opinione per cui tiene la pagina di Storia dell' Arte, in cui è laureata, è food blogger di successo sul suo seguitissimo www.beatitudiniculinarie.it dove racconta le sue ricette in un lungo viaggio alla ricerca di nuovi e vecchi sapori. Artista non solo dei fornelli, nel tempo libero oltre a cucinare ama leggere, disegnare e dedicarsi all'artigianato artistico per cui è creatrice e venditrice.