Home / Ambiente e Agricoltura / Nel parco Villa Mimbelli a Livorno, Harborea. Festa dipiante e giardini d’Oltremare
harborea livorno
harborea livorno

Nel parco Villa Mimbelli a Livorno, Harborea. Festa dipiante e giardini d’Oltremare

Torna per il terzo anno consecutivo Harborea, la mostra mercato di giardinaggio. Tanti appuntamenti per approfondire tematiche botanico-orticole e per acquistare piante rare e antiche e prodotti dimenticati

Appuntamento nel parco di Villa Mimbelli a Livorno (via San Jacopo in Acquaviva, 63) da venerdì 11 ottobre fino a domenica 13 ottobre con Harborea, festa delle piante e dei giardini d’Oltremare.

harborea

Harborea

La manifestazione, che ha ormai “messo radici” a Livorno (questa è la terza edizione) tornerà a catalizzare l’attenzione degli appassionati di giardinaggio di tutta Italia con oltre 80 espositori, le eccellenze e le particolarità del vivaismo italiano di qualità provenienti da tutte le regioni della penisola.

Mostra mercato di piante, erbe, fiori, ortaggi, spezie e sementi, ma anche di arredi da giardino e prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati, Harborea offrirà anche quest’anno una varietà infinità di opportunità per chi è amante del verde e del giardinaggio, in un contesto tra l’altro che si differenzia dalle altre manifestazioni del genere per l’accurato allestimento degli stand: una sorta di giardino fiorito allietato da intermezzi musicali e di danza. L’impostazione vincente (nel 2011 furono 5 mila i visitatori della mostra e l’anno successivo il numero è quasi raddoppiato) ha incoraggiato pertanto il Garden Club di Livorno, organizzatore della manifestazione insieme al Comune di Livorno, a perfezionare la formula.

Quest’anno il numero degli espositori è decisamente cresciuto, così come la diversificazione delle piante e dei prodotti in mostra. Ecco che accanto alle rose, che occupano una posizione preminente in Harborea, agli agrumi ornamentali, alle orchidee e alle piante succulente, faranno bella mostra le zucche: zucche di ogni specie e dimensione, fino ad arrivare alla mezza tonnellata. E poi il verde verticale, una coltivazione ormai di tendenza, senza contare l’infinità di piante e specie rare. Il vivaio Belfiore proporrà piante da frutto in varietà antiche e rare, in particolare uve medicee con esemplari unici per rarità, bellezza e bontà del frutto. E poi L’Antico Fiore di Tiziana Melucci con pelargonium (gerani) anche in questo caso di specie rara, profumati, da collezione; mentre la Casina di Lorenzo esporrà una miriade di esotiche rustiche, con fioriture sconosciute adattabili ai giardini.

Nel grande parco di Villa Mimbelli quest’anno, non potevano mancare le piante acquatiche Menyanthes di Livia Michelazzi e, novità di questa edizione, una vasta esposizione di peperoncini. L’azienda agricola Picchi proporrà esemplari rossi, arancio di diversi gradi di piccantezza e dimensione oltre a erbe officinali e aloe. Erbacee perenni, graminacee ornamentali, e piante officinali, saranno egregiamente rappresentate da vari espositori, tra questi L’erbaio della Gorra, il Peccato vegetale, Paolo Ratto vivaio e molti altri. Da segnalare le salvie ornamentali dell’Essenze di Lea (collezionista di ben oltre 400 varietà di salvia, collezione riconosciuta a livello nazionale) , conifere esotiche e pini rari
Grande spazio poi quest’anno sarà dedicato agli stand enogastronomici come l’esposizione Tutto Riso di Silvana Vaio con una selezione di risi del vercellese, e poi liquirizia per tutti i gusti dalla radice di Glycyrrhiza glabra, il Centro Macrobiotico La Coccinella con cereali, legumi e semi e il Grano Antico dell’Azienda Bellavista-Insuese di Sabina Vitarelli. Non potevano mancare i prodotti di origine vegetale per la cura e il benessere del corpo, la lavorazione di cioccolato della pasticceria Gnesi. Da segnalare che molti espositori si sono resi disponibili ad effettuare dimostrazioni gratuite presso i loro stand.

Al centro del parco tornerà per i tre giorni di manifestazione l’ormai famoso Caffè Letterario con un denso programma di conversazioni, incontri, presentazione di libri sul tema delle piante e dei giardini. Si parlerà di rose, e più specificatamente di rose italiane, nate dal talento dei nostri vivaisti, con la scrittrice Francesca Marzotto Caotorta ( 11 ottobre, ore 16.15) . L’esperto di flora esotica Davide Picchi presenterà la Bauhinia blakeana, ovvero l’albero delle orchidee che è simbolo di Hong-Kong ( 12 ottobre, ore 15.30) mentre Mimma Pallavicini con “L’acqua e il giardino”, insegnerà ad annaffiare nella giusta maniera le piante ( 13 ottobre, ore 11). L’acqua sarà infatti l’argomento principale degli incontri in programma per domenica 13 ottobre in occasione dell’Anno Internazionale per la cooperazione del settore idrico. Si parlerà dunque di piante acquatiche , di cactacee (piante a riserva d’acqua) e dell’importanza dell’acqua nei giardini rinascimentali con Guido Giubbini.
Il maestro giardiniere Carlo Pagani,dopo la conversazione al caffè letteraerio effettuerà un giro tra gli stand, una specie di consigli ad hoc per gli acquisti.

I bambini avranno il loro spazio nella ludoteca allestita nella vecchia limonaia del parco. A loro saranno dedicati laboratori ( sabato 13 ottobre dalle 16 alle 19 e domenica 14 ottobre in orario 10/13 e 15/19) con interventi di manipolazione e gioco sul tema dell’autunno e degli insetti.

Mentre per gli adulti non mancheranno i corsi pratici di decorazione floreale, ideati dal Garden Club, con Maestre decoratrici che insegneranno a realizzare centritavola, mazzi di fiori stagionali e flower bags. Novità di questa edizione 2013, una dimostrazione di ikebana a cura del Maestro Luca Ramacciotti della Scuola Sogetsu di Tokio in programma per l’11 ottobre( ore 16.30) nello stand del Garden Club .

Orari della biglietteria: Venerdì 11 ottobre 14.30-18.00, sabato 12 e domenica 13 ottobre 9.30-18. Ingresso 4 Euro (Gratuito fino a 14 anni).

Per il programma in dettaglio : www.harborea.com