Home / Cronaca / MONDIALI CICLISMO – La satira corre su Facebook | VIDEO
mondiali ciclismo1

MONDIALI CICLISMO – La satira corre su Facebook | VIDEO

mondiali ciclismo

FIRENZE –Per Ponte all’Indiano passare da Cheyenne Wells”, “Per Le Cure passare da Lourdes“, “Per Viuzzo delle Canne usare Rizla+“, “Per Ponte Rosso passare da Stalingrado“. Ma anche “Per Chiavano (PG) passare da Orgia (SI)“. Sono solo alcuni dei cartelli stradali rifatti in maniera satirica sul gruppo Facebook “Vittime dei mondiali di ciclismo”, che in poco tempo ha raccolto oltre 2.000 adesioni. Il gruppo è aperto a chiunque e racchiude soprattutto le persone (fiorentine e non solo) che, a causa dei mondiali di ciclismo in programma dal 22 al 29 settembre, dovranno fare i conti con i disagi dovuti soprattutto alla viabilità rivoluzionata.

Lo spirito toscano di sdrammatizzare su tutto trova, così, una libera valvola di sfogo nel gruppo creato dalla dottoressa Francesca Trovato, il quale ha già un inno (“Gira al largo“, ascoltalo QUI e vedi il video) scritto dal “cantautore alla bona” Lello Vitello sulle note di quel Il bandito e il campione” di Francesco De Gregori, che parla della storia di Sante Pollastri (il bandito) e Costante Girardengo (il campione di ciclismo).

mondiali ciclismo

Nel gruppo, i fiorentini con ironia sbeffeggiano soprattutto l’Amministrazione comunale, specialmente dal punto di vista della viabilità. Eloquente è il cartello satirico “Per Campo di Marte passare da casa di’ Renzi“. C’è chi trova soluzioni dell’ultima ora, come Stefano che posta la foto delle puntine, e chi come Pierluigi che invita (scherzosamente) a usare simpatici gadget al passaggio dei ciclisti (i chiodi a quattro punte). C’è chi come Rossella che si propone di vendere “al miglior offerente mappa dettagliata (avuta di contrabbando puro da tassista) su come arrivà da Rifredi a p.za Signoria”, e chi come Giorgio che, per raggiungere l’Obihall, consiglia “Per via Fabrizio de André passare da Via del Campo“. C’è chi come Susanna che fa scongiuri perché (cartello vero) “per Fiesole e Bolognese passare da Careggi + Trespiano” (ossia dall’ospedale e dal cimitero), e c’è chi come Francesca che ha capito finalmente che gli F35 acquistati dal Governo servono per essere noleggiati e arrivare a Campo di Marte. C’è chi come Giorgio che consiglia di incollare buche adesive sulle strade riasfaltate appositamente per i mondiali, e chi come Claudia segnala discordanze nei cartelli. Infatti, si legge su alcuni cartelli installati, “Per Viali-Novoli-Careggi usare Cavalcavia Cure” e “Per Cavalcavie Cure (chiuso) usare Cavalcavia Affrico-Sottopasso Gignoro“.

Insomma, la rabbia dei fiorentini corre sul web, ma con la giusta dose di sarcasmo e di ironia inglese (“Per Legnaia passare da Sherwood“). Senza dimenticare il cartello che i cittadini terranno più presente in questi giorni: “Per tornare a casa usare molta pazienza“. E, per chi riuscirà ad avere la meglio sui mondiali, l’appuntamento è per domenica 29 settembre alle 21 in piazza della Libertà per “l’aperitivo dei sopravvissuti”. 

 

Marco Gargini

Già firma de “il Corriere di Firenze”, “il Nuovo Corriere di Prato”, “il Vostro Quotidiano”, ha collaborato anche con “ItaliaCalcioa5.it”. È stato radiocronista per “Radio Antenna Toscana 1” e “Radio Bruno” e inviato sui campi dilettantistici di calcio a 5 per “Rete 37”. Appassionato di sport e catalanista, nel 2010 è stato nominato ambasciatore in Toscana per la Plataforma Pro Seleccions Esportives Catalanes.