Home / Massa-Carrara / MASSA – Ecco il programma ed i punti fondamentali della lista ‘Stefano Benedetti Sindaco’
stefano benedetti sindaco
stefano benedetti sindaco

MASSA – Ecco il programma ed i punti fondamentali della lista ‘Stefano Benedetti Sindaco’

SICUREZZA E LEGALITÀ (punti principali)
Tutela sanitaria e commerciale del territorio, ad oggi trascurata, a mezzo azioni congiunte con le forze dell’ordine e gli altri Uffici pubblici Arpat e Min. Ambiente : Stop ad aziende smaltimento rifiuti in zone ad alta densità abitativa e/o turistica ; stop ad autorizzazioni per insediamenti produttivi di aziende chimiche e/o emittenti fumi inquinanti in zone abitate e/o turistiche ; controllo di legalità nell’utilizzo in azienda di personale di terzi , ad oggi troppo facilmente tollerato; stop ad abbandono rifiuti speciali presso i cassonetti e ciò a mezzo controllo telecamere da installare su lampioni adiacenti; tolleranza zero all’abusivismo commerciale e di prodotti con marchi contraffatti in special modo nei marciapiedi e in altri luoghi pubblici ; stop alla autorizzazione di pubblici esercizi e ordinanza loro chiusura , in caso di emissioni acustiche e/o musicali notturne se privi di adeguata insonorizzazione; rivisitazione orario di lavoro Polizia municipale con operatività della stessa da garantirsi 24 ore su 24; sgombero immediato campi nomadi da luoghi non autorizzati e attrezzati alluopo e realizzazione campo attrezzato per nomadi di passaggio presso l’ex polveriera ; realizzazione posto di polizia municipale fisso in piazza Stazione e in Via Baracchini loc. Partaccia , con presenza garantita H24; costituzione del Comune quale parte civile nei processi ASL, CERMEC , ERRE ERRE ed azione di responsabilità nei confronti degli amministratori e revisori che si sono succeduti; diffida al Comune di Carrara di non autorizzare installazioni ulteriori di gassificatori ed aziende inquinanti a confine con il territorio massese a danno della nostra economia turistica ; diffida alla Autorità Portuale del Comune di Carrara di non effettuare escavazioni a danno del litorale turistico massese e incarico ai legali di verificare la possibilità di richiesta danni ad oggi subiti per erosione arenile ed opere strutturali , eventualmente addebitabili per l’espansione del porto negli ultimi 30 anni.

LAVORO (da economia sostenibile)
Settore primario : agri marmiferi e acque termali , prodotti dell’agricoltura , industria di produzione.
Per quanto all’escavazione e coltivazione agri marmiferi e sfruttamento delle fonti termali , si prevede l’adozione di appositi Regolamenti Comunali che includano il superamento dei beni estimati, il divieto di subaffitto delle concessioni , l’individuazione del valore dell’estratto ai fini del prezzo delle concessioni stesse, l affidamento diretto a durata limitata ed a mezzo gara ad evidenza pubblica con punteggi che vadano a privilegiare le imprese in gara con progetti dove si prevede limpegno alla lavorazione completa dellestratto, allinterno del comprensorio comunale massese ed a favore dell’incremento occupazionale dei nativi e residenti nel Comune di Massa.

Per quanto all’agricoltura ed allevamenti , si prevede l’utilizzo, per i giovani e disoccupati massesi che vogliano attivare start-up agro-alimentari e di allevamento, di strumenti quali i prestiti d’onore e la concessione in comodato di terreni e strutture agricole di proprietà comunale in zona montana e collinare.

Per quanto all’industria e sua incentivazione in zona, si prevede la acquisizione , anche per esproprio, dei terreni in zona industriale dismessi o non utilizzati per poi affidarli a costo zero e per il solo tempo di utilizzo produttivo degli stessi , a nuove aziende disposte ad insediarsi nel comprensorio comunale con riconsegna degli stessi a cessazione attività e acquisizione del realizzato per accessione senza rimborso alcuno.

Settore secondario (industria della trasformazione e artigianato) vale quanto riportato in merito all’industria di produzione al punto precedente.
Settore terziario (turismo , commercio e attività collegate)
Lo sviluppo dell’economia turistica è vincolato al miglioramento dell’ambiente e delle offerte socio culturali oltreché sportive potenziali e fruibili ; pertanto : non all’ampliamento del porto di Marina di Carrara , si alla sua riconversione in porto turistico; realizzazione di barriere invisibili a protezione dell’arenile; realizzazione di un albergo di proprietà comunale a cinque stelle e di almeno 80 camere , con sale congressi, in zona colonie, per ospitare più pullman per eventi, turismo organizzato/congressuale e non , gestito direttamente da personale comunale in collaborazione e supervisione dell’Istituto Alberghiero di Marina di Massa presso il quale realizzarsi un distaccamento dell’Università di Pisa quale la facoltà di scienze dell’alimentazione; realizzazione della cittadella dello sport in project financing in zona colonie; espropriazione Villa Massoni per realizzazione cittadella termale con centro ludico culturale, collegata al Castello Malaspina e San Carlo Terme da apposita teleferica realizzabile a mezzo project financing ; ristrutturazione del percorso parco lungo frigido con realizzazione di punti ristoro , pesca sportiva , ludici e postazioni di sicurezza , oltre che realizzazione di ormeggi piccole imbarcazioni alla foce; potenziamento rete trasporti Centro città , Marina di Massa , partaccia, Aeroporto Cinquale e , nella stagione turistica navette bus in circolare , tutti i giorni, dalle ore 9,00 alle ore 4,00 con a bordo personale di sicurezza dalle ore 21,00 ; realizzazione di un ospedale e primo soccorso Comunale per animali domestici e non con annesso percorso didattico wwf , in collaborazione con il volontariato locale; potenziamento dell’aeroporto del Cinquale con miglioramento pista decollo-atterraggio e nuovi hangar da destinarsi ad elitaxi ed aerotaxi ;

Stop all’insediamento in zona di nuove G.D.O che uccidono il tessuto del piccolo commercio locale e le unità lavorative di riferimento.
Supporto tecnico e finanziario a i commercianti in difficoltà .
Realizzazione del Piano del Commercio e programma manifestazioni annuali in concertazione con le associazioni di categoria.
Creazione di politiche che incentivino i consumi.
Agevolazioni fiscali e bonus a i giovani che intendono avviare un’attività commerciale.
Nuovo Piano dei Mercati.
Realizzazione e adozione di una moneta virtuale complementare Massese (MCM) , a supporto delle esigenze dei cittadini ed a sostegno dei consumi locali, che affianchi leuro nei rapporti commerciali locali ; moneta virtuale che troverà copertura attraverso accantonamenti in appositi fondi , come , per esempio, fondi da accantonamento di quota parte dellammontare annuale impiegato dal Comune per i servizi sociali ; tale cifra commutata in moneta complementare massese (ad ogni euro corrisponde un MCM) verrà messa a disposizione della cittadinanza che ne vanterà il diritto, quale moneta virtuale caricata su carta elettronica ; lAmministrazione non avrà quindi costo di creazione e , per il solo primo anno di sua introduzione, si prevede che debbano essere sostenute dallAmministrazione le sole spese di acquisto e distribuzione degli strumenti atti al suo utilizzo e circolazione.
Appalti a Km zero, per l’affidamento dei lavori pubblici di valore inferiore alla soglia di rilevanza comunitaria , per dare lavoro a ditte e società della nostra città prima che a quelle fuori territorio, non agendo quindi nella sola logica del massimo ribasso che oltretutto mai ha premiato la qualità dei lavori ;

Spostamento del mercato settimanale nel centro storico;
sblocco piano degli alberghi, con autorizzazioni ad RTA effettive collegato alla riqualificazione del piano dell’arenile.
Stop alle autorizzazioni e concessioni strutture e terreni pubblici per sagre e feste di partito nel periodo della stagione turistica a danno dell’economia locale.
Liberazione degli Uffici della Provincia e acquisizione palazzo Ducale per: realizzazione interna di un museo e sale esposizione congressi; realizzazione al suo esterno di fondi commerciali da assegnare in comodato , per il solo triennio di avvio attività , a start-up di giovani e disoccupati quale aiuto a nuove iniziative e per rivitalizzazione del centro storico

AMBIENTE e VIVIBILITÀ NELLA TUA CITTÀ
No al traforo della Tambura contenitore del bacino idrico che approvvigiona tutto il comprensorio apuano;
No allescavazione selvaggia e abbattimento delle creste Apuane;
Smantellamento del depuratore delle Querce-Interventi complessivi atti ad eliminare l’ inquinamento dei fiumi e de canali.
Ripristino area abbattuta di Riva dei Ronchi con realizzazione di grande parco naturalistico a finalità turistico-ricettiva.
Stop allo sverso dei liquami e acque nere di Comuni limitrofi, nei depuratori delle Querce e del Lavello che comportano nel periodo estivo un conseguente sovraccarico non sostenibile e sversi in mare con grave danno della salute dei cittadini e dell’economia turistica;
Pulizia del sottobosco e ripristino dei percorsi montani(vecchi sentieri) con contributo del volontariato , lavoratori socialmente utili e degli ospiti dell’Istituto di Pena previa potenziale convenzione con lo stesso. Obbligo per i proprietari di tenere in buon stato i fondi adiacenti alla pubblica strada. Siamo convinti che la montagna sia parte integrante del territorio massese, e per tale motivo richieda in modo ormai improrogabile interventi di riassestamento, i quali sono costantemente rimandati e ritenuti non indispensabili. Tutela e prevenzione con interventi volti a contrastare il persistente pericolo idrogeologico che affligge il nostro territorio, in modo ormai costante e non casuale/straordinario come invece sostenuto dalla attuale amministrazione comunale.

Ridisegnazione percorsi e orari trasporto pubblico con collegamenti Ospedale,Montepepe,strutture sanitarie Fond. Don Carlo Gnocchi, AIAS, di Via Delle Pinete, Stazione, montagna, mare, aeroporto Cinquale, zona industriale ed uffici Equitalia; realizzazione della variante Aurelia per deviazione traffico pesante dal centro cittadino.
Realizzazione parcheggi allinterno di villa Massoni , previo esproprio per realizzazione cittadella termale, a collegamento contro storico cittadino e potenziamento parcheggi a servizio del centro città : zona Stazione , Via Europa , Via Prado.
Realizzazione n. 300 alloggi pubblici , in 5 anni , da assegnarsi alle giovani coppie e meno abbienti, con preferenza dei nativi nel Comune di Massa e ordinanza di riconsegna e sgombero degli alloggi pubblici indebitamente occupati da soggetti privi dei requisiti di reddito minimo per restarvi;
Realizzazione di un parco didattico WWF in area demaniale/comunale con annesso punto di primo soccorso per animali da compagnia/selvatici, nuovo canile municipale con assegnazione a associazione di volontariato tramite gara pubblica, cimitero degli animali.

CULTURA
WI Fi gratuito su tutto il territorio comunale.
Revisione Albo associazioni culturali.
Rivalutazione della figura del compositore massese Pietro Alessandro Guglielmi.
Progetto Multimediale per il Castello Malaspina.
Realizzazione di un distaccamento periferico della biblioteca civica.
Costruzione di un Museo del Marmo, del cavatore e della lizzatura, oltre ad un museo di storia naturale.
Riproduzione di tutte le statue dei personaggi tipici massesi che attualmente costituiscono il patrimonio dei Giardini del Quirinale, con il ricollocamento nelle aree originarie.

ZONA MONTANA
Raccolta differenziata dei rifiuti e con servizio giornaliero di spazzamento delle strade e piazze.
Miglioramento dell’arredo urbano e della sicurezza stradale.
Realizzazione della Pedemontana e di una strada alternativa a Forno.
Recupero definitivo a fini turistici della Filanda di Forno
Realizzazione di percorsi ciclabili e recupero dei sentieri montani abbandonati.
Valorizzazione di tutte le frazioni montane.
Potenziamento e miglioramento del trasporto urbano.
Maggiore attenzione e risoluzione del dissesto idrogeologico con monitoraggi e interventi immediati sugli abusi edilizi e tombature di fossi e canali.
Incentivazione della nascita di nuove attività lavorative finalizzate alla tutela e alla valorizzazione dei prodotti tipici legati alla montagna.
Potenziamento e miglioramento della rete idrica montana al fine di incrementare ed assicurare il fabbisogno idrico in relazione alle necessità della popolazione.

SANITÀ E SOCIALE
Apertura di una casa famiglia per persone diversamente abili.
Maggiori risorse da destinare alle scuole pubbliche e private per gli insegnanti di sostegno.
Priorità d’uso degli asili nido comunali alle famiglie italiane.
Programmazione e concertazione con l’ imprenditoria e l’industria locale di progetti per la realizzazione di asili nido aziendali.
Eliminazione della Tassa sulla manutenzione dei fossi e dei fiumi.
Contributo alle famiglie con disabili/anziani per eliminazione barriere architettoniche nelle proprie abitazioni.

Eliminazione IMU, di competenza Comune, sulla prima casa di abitazioni e quella data in comodato duso ai familiari a mezzo di deduzioni/detrazioni di pari importo.
Banco Alimentare Comunale ( costituzione di un organismo misto pubblico/privato, tra il Comune di Massa in qualità di controllore e le associazioni di volontariato per la somministrazione ai bisognosi di alimenti di prima necessità forniti gratuitamente dalla grande distribuzione locale ).
Assegnazione degli alloggi popolari per emergenza abitativa con priorità assoluta ai cittadini italiani.
Espulsione dal territorio comunale di tutti gli extracomunitari che non siano in grado di garantire un reddito di sopravvivenza stimato almeno in euro 6.000,00 annui e una regolare abitazione in idonee condizioni igienico-sanitarie.
Uscita del Comune di Massa dalla Società G.A.I.A. e istituzione di erogazione di acqua con quota giornaliera gratuita necessaria per la civile convivenza.
Progettazione e realizzazione di attività ed iniziative pubbliche tese a coinvolgere e ad impegnare direttamente la popolazione anziana.
Recupero di aree e strutture abbandonate per essere utilizzate come centri di aggregazione polifunzionali gestiti da comune.

OSPEDALI E STRUTTURE SANITARIE
Riorganizzazione delle strutture sanitarie con individuazione dei nuovi distretti socio-sanitari, comprendenti le cure intermedie, con garanzia di continuità del distretto sito in zona Villette. Realizzazione del distretto di Massa Centro all’interno del vecchio reparto dell’ attuale nosocomio .
Realizzazione del Pronto Soccorso pediatrico all’interno dell’ Ospedale Pasquinucci ( Sede O.P.A. ).
Istituzione della figura di ” Infermiera di Quartiere”.
Apertura ambulatorio h24 di servizio medico/infermieristico pediatrico.
Maggiori informazioni sui servizi sociali erogati dal Comune/ASL tramite campagne di informazione e partecipazione, in convenzione anche con i patronati.
Potenziamento degli strumenti preventivi di lotta alla povertà.

fonte: il Candidato a Sindaco Stefano Benedetti

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.