Home / Massa-Carrara / MASSA – Coalizione Pucci: ‘Menchini rinuncia, Gabrielli in pole position’
massa
massa

MASSA – Coalizione Pucci: ‘Menchini rinuncia, Gabrielli in pole position’

Potrebbe essere ulteriormente rinviata la scelta del candidato a sindaco della coalizione Pucci per le prossime elezioni amministrative in programma il 26 e 27 maggio. Nella conferenza stampa di sabato era stato anticipato che il nome prescelto sarebbe stato comunicato alla stampa tra domenica e lunedì ma, al momento, nulla è stato deciso.

In serata è in programma il vertice tra l’associazione 28 aprile, l’Udc e l’Api, oltre allo stesso Pucci, ma l’indisponibilità manifestata in questo fine settimana dall’avvocato Sergio Menchini sembrerebbe aver costretto l’alleanza dell’attuale primo cittadino a prendersi ancora un po’ di tempo, si parla di ulteriori 48 ore. Del resto, non partecipando alle primarie, non c’è l’esigenza di una scelta impellente e quindi qualche ora in più potrebbe essere utile per provare a convincere in extremis Menchini, possibilità al momento alquanto remota, oppure per trovare un’alternativa con più ponderazione.

A proposito di alternative, quelle più probabili riguardano due assessori in carica nella giunta Pucci: quello al sociale Gabriella Gabrielli e quello ai lavori pubblici Fabrizio Brizzi. La Gabrielli in particolare sembra al momento avere almeno il 50% di possibilità di essere lei il nome prescelto. Tuttavia la rosa comprenderebbe anche altre personalità cittadine nuove alla politica ma su quelle le bocche sono cucitissime. Nel vertice di stasera si parlerà anche di liste con la possibilità di presentarne una, due oppure tre. Nel primo caso si tratterebbe di un raggruppamento civico che riunisca l’intera coalizione comprendendo sia 28 aprile che Udc e Api, nel secondo 28 aprile e Api si coalizzerebbero in un’unica compagine mentre l’Udc correrebbe da solo, nel terzo ognuno andrebbe per conto proprio.

fonte: Coalizione Pucci

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.