Home / Cronaca / MALTEMPO – Alluvione a Carrara, smentita notizia morto | VIDEO
Alluvione Carrara (foto Debora Corradi)
Alluvione Carrara (foto Debora Corradi)

MALTEMPO – Alluvione a Carrara, smentita notizia morto | VIDEO

CARRARA (Massa-Carrara) – Il sindaco di Carrara, Angelo Andrea Zubbani, ha smentito la notizia di vittime, come circolato stamani. «Io sono nella sala della Protezione Civile – ha dichiarato – e i Vigili del Fuoco, che sono gli unici che stanno operando con i mezzi anfibi, hanno escluso la notizia di vittime e dispersi circolata dalle 6 di questa mattina». Ritrovate vive, quindi, le due persone che risultavano disperse a causa dell’alluvione che ha sorpreso nella notte Carrara. Nel carrarese dove sono caduti ben 117 millimetri di pioggia in tre ore. Una quantità che normalmente cade nell’arco di un intero mese autunnale. I dispersi sono stati ritrovati in vita a Avenza, già martoriata dalle alluvioni nel 2003 e nel 2012. Almeno uno dei due dispersi ritrovato in vita sarebbe un operaio che era rimasto intrappolato in una fabbrica vicina al luogo dell’esondazione del fiume Carrione.

A tracimare, infatti, sono stati i fiumi Carrione e Parmignola che scorrono anche a Carrara. Infatti, nel centro storico della città, è crollato il muro dell’argine per circa 200 metri e l’acqua ha invaso le strade di Carrara. Nella notte, intorno alle 5.41, i cittadini sono stati raggiunti da un sms della Protezione Civile che invitava le persone a stare ai piani alti e a non uscire in strada, soprattutto con l’automobile. Il sindaco, intanto, ha firmato un’ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado a causa del maltempo, mentre è stato allestito un punto di accoglienza e di prima emergenza presso il complesso di CarraraFiere a Marina di Carrara. È stata anche riattivata alle 9.10 la circolazione ferroviaria sulla linea Tirrenica, rimasta interrotta dalle 7.30 tra Sarzana e Massa.

Video e foto tratti dal Facebook di Debora Corradi

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.