Home / In evidenza / La Germania sfida Putin sull’omofobia
1

La Germania sfida Putin sull’omofobia

Come è noto da alcuni mesi la Russia per volere dello “zar” Putin sta portando avanti una campagna contro i gay.

La campagna russa portata avanti con forza ed in prima persona da Putin stesso sul piano mediatico, mentre dal punto di piano politico sono state approvate dal governo russo leggi che ne ostacolano in ogni modo una normale vita come è invece consentito nella stragrande maggioranza dei paesi civilizzati del mondo.

Oltre a prese di posizione più o meno esplicite di vari esponenti politici mondiali il mondo dello sport internazionale è la vera voce forte contro la legge anti-gay russa.

Ne sono un esempio il bacio lesbo delle atlete russe agli ultimi mondiali di atletica leggera o una più recente presa di posizione del campione di sci Bode Miller che ha rilasciato una ferma intervista di condanna della politica Russa riguardo ai diritti dei gay. Adesso è invece il turno della Germania che non si limita a dichiarazioni di atleti singoli ma  lo fa presentando le nuove divise della spedizione olimpica per le Olimpiadi Invernali di Sochi 2014. I colori delle divise, come si può vedere sotto, sono un chiaro richiamo ai colori della bandiera arcobaleno usata come simbolo dell’omosessualità.