Home / Eventi e cultura / Il Valdarno accoglie piccoli ‘ambasciatori di pace’ del Saharawi
bandiera-saharawi
bandiera-saharawi

Il Valdarno accoglie piccoli ‘ambasciatori di pace’ del Saharawi

Dall’1 al 12 agosto il Laboratorio per la Pace di Incisa dà ospitalità ai bambini del Saharawi

Da 6 anni l’associazione Laboratorio per la Pace di Incisa sostiene la causa del popolo Saharawi per la sua autodeterminazione e anche l’accoglienza dei bambini saharawi “piccoli ambasciatori di pace”, che si ripeterà dall’1 al 12 agosto, si inserisce all’interno delle politiche di sostegno a questo popolo.

saharawi_cartinaIl gruppo in arrivo è composto da dieci ragazzi e da due accompagnatrici e resterà in Italia fino al 28 agosto: in questo periodo sarà ospitato da diverse associazioni del Basso Mugello, della Valdisieve e del Valdarno Fiorentino. Forti dell’esperienza acquisita in tanti anni di accoglienza, l’associazione Saharawi Insieme di Pontassieve, il Gruppo Accoglienza Bambini Saharawi di Pelago, l’Associazione Peter Pan di Dicomano e, naturalmente, l’associazione Laboratorio per la Pace di Incisa, hanno ritenuto utile e necessario costruire il “Coordinamento Accoglienza Bambini Saharawi Mano a Mano” per garantire una maggiore continuità fra i vari gruppi di accoglienza, ottenendo il sostegno dei Comuni di Incisa, Pontassieve, Dicomano, Pelago.

Per i piccoli saharawi sarà un modo per allontanarsi dal deserto nel periodo più torrido, immergendosi, grazie ai tanti volontari coinvolti, in un’atmosfera accogliente, potendo giovarsi di un’alimentazione sana e di scrupolosi controlli sanitari. L’obbiettivo dell’associazione Laboratorio per la Pace e di tutto il Coordinamento è di garantire a questi ragazzi un periodo di svago e socialità, quindi è molto importante il sostegno ricevuto da parte di circoli, associazioni, ma anche singoli cittadini nel collaborare alla realizzazione di questo progetto.

saharawi

Il programma dell’accoglienza, infatti, si arricchisce quotidianamente di nuove attività che permetteranno ai ragazzi di mettere in pratica le loro doti creative, di conoscere elementi della cultura del nostro Paese e le bellezze del territorio, ma anche di stringere rapporti tra loro e con coloro che prenderanno parte alle numerose iniziative.

Il programma di accoglienza definitivo è consultabile sulla pagina facebook https://www.facebook.com/groups/477997695583624/. Chiunque volesse prendere parte alle attività come volontario può mettersi in contatto con il Laboratorio per la Pace scrivendo a labpace@virgilio.it o telefonando al Presidente Stefano Pini al 335 7535817.

Ci saranno, inoltre, momenti di aggregazione a cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare, come la “Pizza Insieme” in programma giovedì 1 agosto al circolo Arci di Troghi (ore 21,30) dove si terrà anche uno spettacolo con gli artisti di strada de “La Manada del fuego”.

Si ricorda che i Comuni di Figline e di Incisa hanno contribuito promuovendo due serate di raccolta fondi per il finanziamento del progetto di ospitalità, nelle corso delle quali si è potuto anche approfondire storia e prospettive di questo popolo.

fonte: Comuni Figline e Incisa – Ufficio Stampa